Disastro aereo sulle Alpi tra Italia e Svizzera: si temono 20 morti

Bruno Cirelli
Agosto 6, 2018

Un vecchio aereo che offriva ai turisti un volo panoramico sulle Alpi si è schiantato nella giornata di sabato vicino al monte Piz Segnas, a pochi metri dal resort Flims, a 2.540 metri di altezza. In grado di portare fino a 17 persone e 3 membri dell'equipaggio, ancora la polizia non ha fornito nessun dettaglio circa il numero di passeggeri a bordo al momento dell'incidente o il numero di vittime. Le vittime, tutte provenienti dalla Svizzera, ad eccezione di una coppia austriaca, avevano un'età compresa tra i 42 e gli 84 anni. E' quanto è stato spiegato, fra l'altro, in conferenza stampa dalla polizia cantonale dei Grigioni reso noto dalla 'La Regione', uno dei principali quotidiani del Canton Ticino. Quattro persone della stessa famiglia, i genitori e due bambini, sono morte nello schianto in un posco nella zona centrale del Paese. I siti di radio e giornali svizzeri ricostruiscono anche gli spostamenti fatti dal gruppo negli ultimi giorni, prima dello schianto. In particolare, venerdì scorso dopo l'arrivo a Magadino, piccola frazione del Canton Ticino, i turisti hanno fatto un'escursione in una grotta a Meride (sempre nel Canton Ticino) per poi spostarsi a Lugano dove hanno dormito. Poi sono rientrati a Magadino per riprendere il volo, diretti a Dübendorf.

La compagnia aerea si dice profondamente rammaricata per l'accaduto e rivolge un pensiero ai passeggeri e all'equipaggio rimasti coinvolti e ai loro famigliari. I tre velivoli di Ju-Air - un'associazione che propone voli panoramici con i celebri aeromobili - operano dall'aerodromo di Dübendorf.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE