Risale lo spread: 267 punti base, decennale oltre il 3%

Paterniano Del Favero
Agosto 5, 2018

Causa principale di questo calo sembrerebbe la questione dei dazi, gli investitori temerebbero nuove tensioni commerciali tra i due colossi economici Stati Uniti e Cina.

Attesa a breve la decisione di politica monetaria della Banca d'Inghilterra che secondo le stime potrebbe varare un rialzo dei tassi dallo 0,50 allo 0,75 per cento.

Chiusura negativa per le piazze finanziarie europee con Milano che mette a segno la peggiore performance di giornata. Il rendimento dei titoli di Stato italiani decennali cresce al 2.93% mentre scende a 0.456% quello tedesco.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Un movimento brusco che ha portato, ad esempio, lo spread Italia/Spagna a oltre 150 punti base. A Francoforte il calo è stato dell'1,49%, a Parigi dello 0,68%, a Londra dell'1%, a Madrid dell1,02%.

L'impennata dello spread (oltre +9% ) affossa Piazza Affari e in particolar modo i titoli delle banche. Sempre oggi l'Istat, nella Nota mensile sull'andamento dell'economia italiana, ha previsto una crescita contenuta del Pil con "l'indicatore anticipatore che continua a registrare flessioni, segnalando il proseguimento dell'attuale fase di contenimento dei ritmi di crescita economica". Gli analisti hanno fatto i primi conti e il risparmio dovrebbe essere di circa 60 miliardi per General Motors, Ford e Fca, di 34 miliardi per Toyota e di circa 20 per Volkswagen.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE