Petrucci: "Abbiamo un passo davvero buono"

Rufina Vignone
Agosto 5, 2018

Mi aspettavo che facesso un po' meno caldo. aspettavo molto le gare di Assen e del Sachsenring perché speravo nel fresco, invece è stata una delle estati più calde in Olanda e in Germania.

"Alla fine sono stato fortunato, poteva succedermi in qualifica - continua a essere ottimista - Stavo usando un motore a fine vita, avevamo già in programma di cambiarlo, ma non so cosa sia successso". In Germania almeno è andata bene, perché non sono riuscito ad andare sul podio, ma ho fatto comunque una buona gara. "Mi sono avvicinato a Zarco e non sono lontanissimo neanche dalle altre due Ducati ufficiali, quindi inizia un seconda parte di stagione molto importante".

"Al momento non abbiamo ancora scelto le gomme per la gara". Negli ultimi due anni abbiamo iniziato la gara con la pioggia e poi ha smesso. Il pilota della Yamaha ufficiale, in 1'55 " 175, ha preceduto di 86 millesimi la Ducati Pramac di Danilo Petrucci e di 151 la Ducati ufficiale di Jorge Lorenzo. Prima pensiamo alla gara qui a Brno. Il gruppo dei più veloci è completato da altre 2 Honda, a dimostrazione che sulla pista morava - testata recentemente da Marquez & C. - la moto giapponese si trova a proprio agio: Pedrosa, ieri il più veloce, oggi è 6°, e subito dietro di lui c'è l'inglese Crutchlow che corre per il team di Lucio Cecchinello. "Sarà una bella battaglia". "Ogni volta mi sento meglio e siamo abbastanza preparati per domani". Rispetto all'anno scorso sono già migliorato dal punto di vista della costanza, perché sono sempre lì. "Bisognerà sfruttare le occasioni e poi voglio lavorare su me stesso per farmi trovare pronto l'anno prossimo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE