De Laurentiis: "CR7-Juve, pericoloso spendere tanto per un giocatore a fine carriera"

Rufina Vignone
Luglio 30, 2018

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, intervenuto quest'oggi a Radio Kiss Kiss, ha lanciato una lunga invettiva contro la lega calcio, inneggiando ad una vera e propria rivoluzione. "Mi chiedo se prevarranno i successi sportivi o quelli commerciali - ha proseguito il presidente ai microfoni della trasmissione "La verità" -". Pagando un ingaggio fuori da ogni standard del suo attuale monte ingaggi. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge. Ho notato una certa ineducazione in questo silenzio, ma non mi sono offeso. E per fare la stessa cosa con gli sponsor, il mondo dell'industria e della politica? Era entrato in una fase in cui pensava a sè stesso e ad un pensionamento d'oro.

Quindi la stoccata a Maurizio Sarri, ex allenatore finito poi al Chelsea: "Il rapporto si è rotto quando mi disse 'non so se riesco a fare meglio con questa squadra'".

"La sua genialità è un po' monotematica - rincara ADL - L'ho visto giocare in un solo modo".

Grassi si avvicina alla Spagna? Sul mercato, De Laurentiis ha negato che siano arrivate maxi offerte per Insigne e Mertens, mentre ha spiegato di aver ricevuto una prima offerta per Rog: "E' arrivata - ha detto - un'offerta importante che può essere migliorata".

Il Napoli intanto ha cambiato guida tecnica passando da Sarri ad Ancelotti, ma subendo la contestazione dei tifosi per il mancato arrivo di un "top player": "Le cose non stanno così - ha risposto De Laurentiis -". Ma io sono felice soprattutto perchè lui promuove tutto e tutti. De Laurentiis ha negato che ci sia stata la possibilità di un clamoroso ritorno di Higuain "non c'è mai stato, perché lo stesso Gonzalo non avrebbe mai accettato".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE