Bimbi migranti abusati in centri di raccolta, 125 denunce

Bruno Cirelli
Luglio 30, 2018

A questo si aggiunge che nei giorni scorsi è stata diffusa la notizia secondo la quale negli ultimi cinque anni sarebbero state presentate decine (almeno 125) di denunce di abusi sessuali nei centri dove vengono ospitati i minori migranti. A rivelarlo è un'inchiesta realizzata dall'associazione americana ProPublica, che parla anche di diverse altre violazioni nelle norme di gestione dei centri di raccolta.

Scandalo violenze sessuali nei centri Usa per migranti: a denunciarlo è l'associazione ProPublica, che si occupa di giornalismo investigativo. Tra questi, ci sono 1.442 bimbi ricongiunti con genitori in custodia da parte dell'immigrazione americana e 378 rilasciati in "circostanze appropriate". "Se sei un predatore, questa e' una miniera d'oro", ha detto a ProPublica Lisa Fortuna, direttore del reparto psichiatri infantile del Centro medico di Boston. "La nostra attenzione è sempre per la sicurezza e il meglio di ogni bambino", il commento del dipartimento della Sanità, spiegando che le autorità si occuperanno del caso in maniera responsabile e "con il massimo della cura". I dati raccolti includono infatti anche un periodo della presidenza Obama, anche se la politica della 'tolleranza zero' del tycoon ha messo i centri di raccolta sotto pressione e aumentato la portata del fenomeno. La politica della "tolleranza zero" inaugurata dall'amministrazione Trump per scoraggiare l'immigrazione clandestina ha però suscitato tali proteste e polemiche in tutto il mondo che ha spinto la Casa Bianca a fare marcia indietro. In aumento anche i ragazzi in fuga dai centri: molte strutture denunciano uno o più ragazzi che di nascosto si allontanano per non farne più rientro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE