Ferrari, chi è Louis Camilleri, il nuovo CEO

Rufina Vignone
Luglio 26, 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles, riunitosi in data odierna, ha espresso innanzitutto la sua vicinanza a Sergio Marchionne e alla sua famiglia sottolineando lo straordinario contributo umano e professionale che ha dato alla Società in questi anni.

Fca e tutta la galassia dei titoli legati al Lingotto hanno chiuso in rosso la prima giornata del post-Marchionne, ma in Borsa -ci si affretta a dire contro l'evidenza- "non c'è stato un crollo dopo la traumatica uscita, in anticipo sui piani, del manager che negli ultimi 14 anni ha rivoluzionato il gruppo". Sono profondamente addolorato per le condizioni di Sergio.

È stato al fianco di Marchionne nelle fasi più delicate nella nascita di FCA e ha guidato anche Iveco e Fiat Powertrain. Sarà l'assemblea degli azionisti a procedere con l'investitura formale di Camilleri. "Ci ha insegnato a pensare diversamente e ad avere il coraggio di cambiare, spesso anche in modo non convenzionale, agendo sempre con senso di responsabilità per le aziende e per le persone che ci lavorano". Nel pomeriggio Elkann è volato a Maranello, dove ha incontrato assieme a Piero Ferrari e Louis Camilleri i responsabili della Scuderia Ferrari, appena rientrati da Hockenheim, per spronare la squadra a continuare a dare il massimo per la corsa al titolo.

TORINO- È Louis Carey Camilleri, membro del board Ferrari, il successore di Sergio Marchionne nella carica di amministratore delegato della casa di Maranello. Le complicazioni successive al suo intervento alla spalla fanno però capire che le motivazioni che lo avevano spinto ad operarsi erano evidentemente più gravi di quanto si potesse pensare e di quanto le notizie pervenute dall'ambiente avessero fatto intendere.

Il Consiglio ha anche attribuito a Louis Camilleri le deleghe necessarie a garantire continuità all'operatività dell'azienda.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE