Vodafone rimborserà gli utenti che hanno avuto addebiti con l'hotspot

Geronimo Vena
Luglio 24, 2018

I clienti che hanno aderito alla promozione nei 30 giorni successivi alla ricarica riceveranno un'email o un SMS con un codice bonus che potrà essere usato per "incassare" il bonus di 5 euro e che potrà essere utilizzato solo nella successiva ricarica online di almeno 10 euro.

La compagnia telefonica Vodafone ha recentemente annunciato l'arrivo di una serie di modifiche riguardanti i canoni di telefonia fissa e mobile, ecco tutte le offerte interessate. Le modalità di rimborso saranno comunicate via SMS per i clienti ricaricabile e tramite comunicazione in fattura per quelli abbonamento. Gli aumenti che l'operatore applicherà su molte sue offerte già attive a partire dal mese di settembre non vanno proprio giù ai vecchi clienti e sono in molti a sperare di non essere raggiunti dall'SMS di notifica relativo all'adeguamento contrattuale.

Inoltre, dal 27 luglio 2018 alcune offerte abbonamento su SIM dati avranno 40 Giga in più al mese per navigare sulla Rete 4G Vodafone più veloce di sempre.

A partire dallo scorso 20 giugno, seguendo le indicazioni dell'Agcom, Vodafone ha reso gratuito l'utilizzo della funzione hotspot del proprio smartphone.

Da notare che questa novità riguarda solo i clienti Vodafone poichè, come la stessa Agcom ha specificato nella diffida fatta all'operatore rosso, gli altri operatori quali TIM, Wind e Tre già non applicavano costi aggiuntivi per l'utilizzo dello smartphone/tablet in modalità tethering. Insomma gli utenti che avevano pagato potranno avere indietro l'intero costo della tariffa base giornaliera internet per il traffico effettuato in tale modalità.

Articolo del 3 aprile 2018 aggiornato il 21 giugno 2018 per integrare la news che dal 20 giugno 2018 Vodafone include l'hotspot in tutte le offerte dei propri clienti mobili e aggiornato poi il 23 luglio per la comunicazione sui rimborsi previsti per chi ha usato l'hotspot dopo il 26 febbraio 2018.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE