Salvatore, il ragazzo che nessuno vuole come operare: "Non sappiamo come fare"

Barsaba Taglieri
Luglio 24, 2018

Una lussazione della clavicola rischia di schiacciargli l'aorta, uccidendolo, ma nessun medico se la sente di operarlo. In poche ore la sua difficile condizione è stata condivisa da migliaia di coetanei facendo diventare virale il suo appello in cui si legge: "Chiedo invece a tutti di condividere questo messaggio, per piacere: devo trovare qualcuno che ha subito lo stesso tipo di infortunio e un medico che è riuscito a risolvere casi analoghi". "L'osso", ha spiegato Salvatore nel suo post su Facebook, si è "insaccato all'interno dello sterno, vicino all'arco aortico (a soli 7mm) e altri vasi sanguigni e strutture importanti". Il responso dei medici è che un singolo urto alla stessa parte potrebbe causargli la morte e dunque sarebbe d'uopo operare, ma allo stesso tempo si tratta di una situazione chirurgica molto delicata ed un minimo errore durante l'operazione potrebbe condurre allo stesso esito. Massimo Lenti, direttore di chirurgia vascolare dell'ospedale cittadino, e Antonello Panti, dell'equipe di ortopedia, si sono dichiarati disponibili e hanno spiegato di avere già effettuato un'operazione molto simile. "Venga da noi e lo opereremo" hanno annunciato attraverso l'ufficio stampa del Santa Maria della Misericordia. "Abbiamo sempre avuto - hanno aggiunto - un'ottima riuscita degli interventi".

Il 19enne si è fatto male mentre giocava a calcio in un oratorio del centro di Milano e oltre e i medici finora gli hanno raccomandato di fare movimenti molto cauti per evitare che un altro trauma blocchi l'aorta, ma al contempo nessuno se l'è sentita di affrontare una operazione che, come detto, presenta non pochi rischi. "E - hanno concluso - siamo pronti a intervenire".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE