Sciopero treni 21 luglio 2018 | Trenitalia, Italo, Trenord | Treni garantiti

Paterniano Del Favero
Luglio 22, 2018

Lo sciopero dei treni di Italo: potrebbero esserci ritardi e cancellazioni sabato 21 luglio e domenica 22.

Da ieri sono iniziati diversi grandi scioperi nel settore dei trasporti. Per ieri era previsto anche uno sciopero dei controllori di ENAV - la società che gestisce il traffico aereo italiano - e di tutti i suoi dipendenti negli aeroporti o nei centri di controllo di Roma, Milano, Venezia, Padova, Cagliari, Catania, Palermo e Lamezia Terme: è stato però annullato.

Dalle ore 21.00 di sabato 21 alle ore 21.00 di domenica 22 luglio 2018 è stato proclamato uno sciopero nazionale che coinvolge il trasporto ferroviario e al quale potrebbe aderire sia il personale appartenente al Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sia quello appartenente a Trenord. Sono invece garantiti i treni Eurocity da/per Vienna e Monaco curati da Trenord.

I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale.

Se le Frecce Trenitalia circoleranno regolarmente, per gli altri treni nazionali le ripercussioni dovrebbero essere limitate.

Non sono previste variazioni per i treni di lunga percorrenza. Sarà garantito il servizio Leonardo Express fra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino, anche con autobus sostitutivi. Lo sciopero interesserà il personale turnista degli esattori del pedaggio, degli impianti, del centro radio informativo e degli ausiliari alla viabilità e sarà articolato in tre fasce: dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22 di domenica 22 e dalle 22 di domenica alle 2 di lunedì 23 (quindi in sostanza: fino alla notte di domenica).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE