Borsa, Milano la peggiore in Europa

Paterniano Del Favero
Luglio 22, 2018

L'unico dato macro di oggi è stato diffuso in Germania dove i prezzi alla produzione a giugno hanno evidenziato una variazione positiva dello 0,3%, in frenata rispetto allo 0,5% precedente, ma in linea con le stime. Giornata negativa per l'oro, che archivia la seduta a 1.217 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 70,06 dollari per barile. In particolare, il rendimento del Btp decennale è sceso sotto il 2,5% per la prima volta da maggio.

Tra i listini europei sostanzialmente invariato il Francoforte, che riporta un misero -0,14%, resta vicino alla parità il Londra (+0,20%), e discesa modesta per il Parigi, che cede un piccolo -0,26%.

Al top tra le azioni più importanti di Milano, segna un buon incremento Recordati, che riporta un +2,63% rispetto al precedente.

A Milano, si è mosso sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 21.885 punti, con uno scarto percentuale dello 0,40%.

Affonda Unipol, con un ribasso dell1,7%. Vari i settori coinvolti nei forti ribassi, anche se il più rappresentato è quello delle banche.

Crolla Sias, con una flessione del 2,07%.

Dopo una partenza all'insegna dell'incertezza che ha visto imboccare la via delle vendite nelle battute iniziali, le Borse europee sono riuscite a risalire la china, salvo poi tornare in rosso. Mediaset, che approverà i conti del primo semestre il giorno 27, è arretrata dell'1,21%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE