Si discute la successione di Sergio Marchionne

Paterniano Del Favero
Luglio 21, 2018

Secondo il sito specializzato Automotive News, Sergio Marchionne, oltre a essere al vertice di FCA e Ferrari è anche presidente di Cnh Industrial e vice presidente non esecutivo di Exor, la holding finanziaria della famiglia Agnelli-Elkann, è possibile che nelle riunioni di consiglio di oggi in programma a Torino possa essere sostituito da nomine d'urgenza. Quest'ultima, inoltre, il 1 agosto discuterà il proprio trimestre davanti agli azionisti (relativamente più "tranquilla", al momento, appare la data del 6 settembre, in cui sarà la volta di Exxor dove, peraltro, presidente è John Elkann).

La notizia la rilancia Automotive News Europe.

Louis Carey Camilleri (nella foto qui sopra) si è formato in Philip Morris International. Il gruppo non commenta.

Secondo indiscrezioni, Marchionne ora si trova in una clinica in Svizzera, dove si è sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

Marchionne, classe 1952, ha presentato il primo giugno il nuovo piano Fca per il periodo 2018-2022. Arrivato a Torino nel 2004, la sua uscita dal gruppo era prevista per il prossimo anno.

Quattro i nomi in ballo: Alfredo Altavilla, responsabile Emea del gruppo, Richard Palmer, direttore finanziario, Mike Manley, responsabile del marchio Jeep e Pietro Gorlier, ad di Magneti Marelli. Per la sua successione Fca ha sempre parlato di una scelta interna. Niente eventuali top manager provenienti dall'esterno, dunque: e questo chiuderebbe qualsiasi discussione in merito ad una "voce di corridoio" che indicava l'ex numero uno di Vodafone Vittorio Colao in qualità di "futuro amministratore delegato Fiat-Chrysler".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE