La Toscana celebra così il centenario della nascita di Nelson Mandela

Bruno Cirelli
Luglio 19, 2018

"Per alcuni, più le cose sono cambiate e più sono rimaste le stesse" racconta in riferimento alla globalizzazione e agli sviluppi che hanno "saltato intere regioni e nazioni", a tal punto che i più ricchi al mondo possiedono tanto quanto la metà più povera della popolazione mondiale. Nelson Mandela e il processo di Rivonia' (alle 21:45) e 'Il giovane Karl Marx' (alle 21:30).

"Nei prossimi giorni a Reggio per il sesto anno diverse associazioni si impegneranno per donare alla città momenti di incontro e coesione- sottolinea l'assessore Serena Foracchia - il Mandela day è un giorno in cui tante persone si impegnano per rendere le proprie comunità un posto migliore". "Guardatevi intorno - ha chiosato - la politica dell'uomo forte sta dilagando, coloro al potere stanno cercando di minacciare tutte le istituzioni e le norme che danno un significato alla democrazia". Mandela è oggi un personaggio universalmente riconosciuto per aver lottato in prima linea il razzismo e nel 1994 è diventato il primo uomo di colore a diventare il presidente del Sudafrica. Obama ha ripercorso gli eventi storici in Sudafrica e nel mondo, evidenziando la forza della lotta contro la segregazione di cui Mandela è stato campione.

Tratto dal popolare bestseller autobiografico 'Lungo cammino verso la libertà', Long Walk to Freedom, il film ripercorre la vita di Nelson Mandela (Mvezo, 18 luglio 1918 - Johannesburg, 5 dicembre 2013) dalle sue umili radici in un villaggio rurale alla sua elezione come primo Presidente del Sudafrica votato democraticamente. "Ma per questo, dovremo lavorare di più, e con più intelligenza". Un problema che, secondo l'ex presidente, emerge sempre di più anche "negli Stati Uniti e nei Paesi occidentali dov'è cresciuta l'insicurezza economica delle famiglie della classe media, di chi lavora nelle fabbriche, nelle fattorie".

Barack Obama evidenzia come questa sia "una verità incompatibile con ogni forma di discriminazione per ragioni di etnia, di religione, di genere o di orientamento sessuale".

Da Firenze al Sudafrica per i cento anni dalla nascita di Mandela, c'è anche Matteo Renzi Galleria fotografica Sono partiti da Firenze alla volta di Johannesburg, in Sudafrica, per ricordare i cento anni dalla nascita di Nelson Mandela. Tuttavia, non era un mistero che all'interno del suo discorso Obama si sarebbe lasciato andare a qualche critica rispetto agli atteggiamenti dell'attuale inquilino della Casa Bianca, specie dopo il pirotecnico tour europeo fra Londra ed Helsinki durante il quale, fra May e Putin, affondi all'Ue e alla Germania, Trump ha lasciato non pochi argomenti di discussione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE