Juve, Ronaldo si presenta: "Orgoglioso di essere qui, mi piacciono le sfide"

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 17, 2018

Qui di seguito la conferenza stampa in diretta live di presentazione di Cristiano Ronaldo alla Juve aggiornata con le sue prime parole...

Cristiano, benvenuto in Italia. L'attaccante portoghese la settimana scorsa ha firmato il contratto con la Juventus. "Per me la Juve è una delle migliori squadre al mondo".

"Non devono piangere. Ho avuto una storia brillante a Madrid che però era terminata". Per garantire che sia una festa totale, attorno al centro medico, alla sede della Juventus e all'Allianz Stadium, saranno impegnate centinaia di uomini delle forze dell'ordine, oltre alla vigilanza privata della società bianconera. E' stata una decisione facile per la grandezza del club: il migliore d'Italia, con un grande allenatore e un grande presidente.

Cosa le resta ancora da fare nella vita?

"Futuro? Guardo sempre al presente, sono molto preparato a questa sfida". L'arrivo a Torino ha consolidato innanzitutto la posizione della Juve nella corsa al prossimo scudetto: un altro trionfo in campionato, riferisce Agipronews, si gioca appena a 1,45 sul tabellone Snai, con Napoli e Inter a 6,50 e 7,50 e la Roma a 10,00. Mi è piaciuto molto il lavoro che abbiamo fatto insieme, poi ognuno ha preso la sua strada, lui la sua ed io la mia. Ho ringraziato la Juventus per l'opportunità. "Sono sempre a disposizione, non darò mai le spalle alla mia nazionale". "Se ci fosse la possibilità di aiutarlo lo farò ancora". Cosa vuole dire loro? La Juve ci è arrivata molto vicina, ma le finali sono sempre un'incognita. "Ho detto al mio agente che se avessi lasciato il Real l'unico club in cui sarei voluto andare sarebbe stata la Juventus". Amo le sfide e voglio vincerle.

Come ho già detto le sfide mi piacciono. Questo è un campionato difficile e tattico, ma mi piace sperimentare altre cose.

" So che tutte le squadre vogliono vincerla, non è semplice ma c'è l'opportunità che il club lo raggiunga".

Ora il sogno è portare in alto la Juventus e magari vincere con lei quella Champions League che manca da ben 22 anni. La Champions è difficile da vincere, spero di potere aiutare. E sul suo rapporto con la tifoseria juventina: "Quell'applauso alla mia rovesciata che ha portato al gol contro la Juve in Champions, quel momento, e' stato davvero fantastico".

E' stato un momento molto bello e speciale quello per me. Per questo li ringrazio per il modo in cui mi hanno accolto. "'Capisco i sogni, pochi si avverano' gli ho risposto". Sto bene fisicamente e mentalmente. Questa nuova tappa per me è una motivazione grande. Sono diverso dagli altri, ho 23 anni...

Quella della Juve è l'unica offerta ricevuta in estate?

"Ho conosciuto Allegri, comincerò ad allenarmi il 30".

Ora ho un solo pensiero: voglio trionfare con la Juventus. Cercherò di sorprendere tutti una volta di più e tutto andrà bene. Più il resto del mondo. Lui, invece, ha ancora fame di vittorie, palloni d'oro, Champions, campionati.

Cristiano Ronaldo è pronto, la sua avventura italiana è ufficialmente iniziata. I miei numeri sono lì, ma sono ambizioso. Un passo molto importante per la mia carriera. Per me non cambierà nulla. Per questo sarà bello incontrarci.

Che effetto le fa sfidare Ancelotti? "Non sono triste, perché vengo in un grande club e qui voglio vincere".

La rivalità con Messi la conoscono tutti. "Non vedo l'ora di iniziare il campionato e fare il meglio possibile". Cosa pensa di lui?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE