Wimbledon, Djokovic vince la maratona con Nadal e vola in finale

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 15, 2018

Il torneo di tennis di Wimbledon è arrivato alla finale del maschile singolare: la giocheranno il sudafricano Kevin Anderson e il serbo Novak Djokovic oggi alle 15.

Nella finale di Wimbledon 2018 fra Kevin Anderson e Novak Djokovic l'attenzione si concentrerà soprattutto sul serbo, tornato finalmente ad altissimi livelli dopo un lungo periodo difficile.

Lo spagnolo è troppo bravo a sentire l'odore del sangue e ad approfittarne, vince il secondo set e potrebbe dare la zampata nel terzo: in un tie-break anomalo, in cui Nadal si ritrova con tre set-point a favore, è a sorpresa Djokovic a piazzare l'allungo. Djokovic-Anderson può essere vista con il servizio SkyGo, dedicati agli abbonati Sky e fruibile con pc, tablet, cellulari e dispositivi mobili. Il secondo set si chiude nel segno dell'iberico, che rimette tutto in discussione portandosi sull'1-1. La sconfitta invece arrivò cinque anni fa contro l'idolo di casa Andy Murray, che con una nettissima vittoria in soli tre set spezzò un lunghissimo digiuno per i tennisti britannici a Wimbledon.

Si ferma ai quarti di finale la corsa di Roger Federer a Wimbledon. Oggi Anderson spera di fare la storia con un titolo che sarebbe il primo per il Sudafrica... Una follia spendere così tanto per avere in portafoglio un atleta che probabilmente si ritirerà tra qualche anno e che, anche per l'avanzare dell'età, non ha più quel tocco magico che gli ha permesso di essere il più vincente di tutti i tempi, con 20 Slam e 8 Wimbledon aggiudicati? "Sono sopraffatto, è la partita più lunga che abbia mai giocato in carriera", ha detto un affaticato ma emozionato Djokovic alla tv inglese dopo la partita.

Anche Djokovic ha sorpreso, ma per motivi diversi. Dopo le 6 ore e 35 minuti della prima semifinale, la seconda regala uno spettacolo diviso in due giorni ma le vette raggiunte dal serbo e da Rafa Nadal nell'ultima parte del quinto e decisivo set sono un inno d'amore per questo sport.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE