Morto Mandelli, luminare contro leucemia - Ultima Ora

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 15, 2018

"Addio al nostro presidente, professor Franco Mandelli - è scritto sul profilo Facebook - una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà".

Mandelli (nato a Bergamo il 12 maggio 1931) si è spento a Roma, all'età di 87 anni.

Sono gli anni in cui Mandelli è il più celebre e celebrato ematologo italiano: ancora oggi, sebbene non esercitasse più per via dell'età, i pazienti (ma anche il personale sanitario) di Ematologia dell'Umberto I dicono "sono in cura da Mandelli", quasi come fosse un marchio di fabbrica. "L'AIL tutta si stringe con riconoscenza e grande affetto alla sua famiglia". In particolare si è occupato del linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute, soprattutto delle forme promielocitiche, con protocolli terapeutici.

Lo ha reso noto sulla sua pagina Facebook l'Associazione italiana contro le leucemie - linfomi e mieloma (Ail).

L'ematologo ha ricevuto nel 1987 dall'Accademia nazionale dei Lincei il 'Premio Nazionale per l'Oncologia', mentre nel 2001 ha ricevuto il premio 'Adriano De Zan'. Mandelli è stato insignito (1987) della Medaglia d'oro ai benemeriti della scuola, della cultura e dell'arte; è stato fatto (1993) Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana e ha ricevuito (2003) la Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE