F1 2018: Aldo Costa part-time in Mercedes, al suo posto John Owen

Rufina Vignone
Luglio 15, 2018

Contestualmente alla nuova posizione di Costa, il capo disegnatore John Owen diventerà membro senior del gruppo tecnico, sotto la supervisione del direttore tecnico James Allison.

La notizia di Aldo Costa consulente Mercedes ha fatto scalpore. Due leader talmente affranti dalla sconfitta che hanno accusato apertamente la Ferrari di comportamento antisportivo, tranne poi rivedere il tiro delle loro dichiarazioni per salvare la faccia, quella che invece era palesemente triste e arrabbiata a fine gran premio.

Colpo di scena in casa Mercedes, perchè dopo 7 anni pieni di successi e gioie, Aldo Costa ha deciso di salutare il team e di distaccarsi dalla casa della Stella, per rientrare in Italia, dove manca ormai dal suo addio alla Ferrari, avvenuto nel 2011. L'ingegnere di Parma, lascerà dunque il suo ruolo all'interno della struttura di Brackley, per trascorrere più tempo con la sua famiglia in Italia, ma resterà comunque legato al team tedesco, in qualità di consulente tecnico.

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, si è espresso fiducioso rispetto alla situazione: "Questo è per noi un momento importante e una grande occasione". Siamo stati in discussione per molti mesi con Mark e Aldo su come realizzare al meglio questa transizione e dare potere ai loro successori. Lascia anche Mark Ellis, direttore delle prestazioni, che si prenderà un anno sabbatico e sarà sostituito da Loic Serra, oggi capo della dinamica dei veicoli. Aldo ed io abbiamo condiviso molte cene a Oxford come 'esuli' europei, oltre ad aver condiviso alcuni giorni meravigliosi in macchina alla Mille Miglia dello scorso anno. Aldo è una persona eccezzionale, mi ha insegnato tanto sulla F1 con l'umiltà per raggiungere il successo.

"Gli ultimi sette anni con Mercedes sono stati un'esperienza straordinaria, non solo dal punto di vista del successo professionale, ma anche un'esperienza di vita che ha arricchito me e la mia famiglia e ci ha fornito una mentalità più aperta e internazionale". Sono occorse poche settimane per stabilirmi nel team e dedicarmi a questa nuova sfida. Con Toto condividiamo una sfida professionale e anche una passione personale per le corse, e gli sono grato per la fiducia e il pieno sostegno che ho ricevuto. Nel corso dell'ultimo hanno ho lavorato con Toto e James per sviluppare il piano di successione a lungo termine per aiutare la prossima generazione di leader della squadra a svolgere il lavoro nel miglior modo possibile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE