Bankitalia: debito pubblico sale a 2.327,4 mld a maggio | Prima Pagina

Paterniano Del Favero
Luglio 15, 2018

A maggio il debito pubblico italiano è aumentato di 14,6 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.327,4 miliardi.

Solo qualche giorno fa, intervenendo ad un Convegno dell'ABI, il Ministro dell'Economia Giovanni Tria ha ricordato come uno dei principali obiettivi del suo dicastero sia tenere sotto controllo il debito pubblico.

Tutto questo è riportato nel supplemento al Bollettino Statistico "Finanza pubblica, fabbisogno e debito" di Bankitalia. L'effetto complessivo degli scarti e dei premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha aumentato il debito di 1,5 miliardi.

Spread. Strettamente connesso al debito è l'andamento dello spread Btp-Bund. In passato è stato concesso molto all'Italia per aumentare gli investimenti, ma poi si sono sempre ridotti nonostante la flessibilità ottenuta. Via Nazionale sottolinea che "negli ultimi giorni di maggio e nei primi di giugno si è fortemente accentuata la volatilità sui mercati finanziari del nostro Paese, in connessione con l'incertezza sulla formazione del nuovo Governo".

A maggio il deficit è cresciuto di 14,6 miliardi facendo registrare un incremento del 3,6% su base annua.

Banca d'Italia avverte inoltre che "aumenti repentini della volatilità sui mercati finanziari, in connessione con un riaccendersi dell'incertezza sulle politiche economiche, potrebbero ripercuotersi sul costo del finanziamento di famiglie e imprese". E ancora. Bankitalia rivede al ribasso le stime di crescita della nostra economia: quest'anno il Pil crescera' dell'1,3% mentre nel 2019 si attestera' sull'1%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE