F1: Silverstone, Hamilton in pole e Vettel secondo

Rufina Vignone
Luglio 14, 2018

La griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1, a Silverstone. Ora andiamo avanti. E' stato un incidente di gara e niente di più.

Il finlandese ammette: "Ho avuto un bloccaggio e ho finito per prendere Hamilton, lui per colpa mia si è girato".

L'uscita di pista di Marcus Ericsson al giro 31 ha risollevato la gara di Lewis Hamilton perché ha consentito al campione del mondo di rimanere in pista ed effettuare una sosta in meno degli avversari. Era dal 2004 che due piloti Ferrari non erano sul podio nel Gp di Gran Bretagna. Quarto posto per la Mercedes di Valterri Bottas e quinto per la Red Bull di Daniel Ricciardo. Completano la top ten Esteban Ocon su Force India, Fernando Alonso su McLaren, Kevin Magnussen su Haas e Pierre Gasly su Toro Rosso. Si preannuncia grande battaglia in quella che è la casa della Mercedes e di Lewis Hamilton, il grande favorito della vigilia desideroso di riscatto dopo i problemi avuti con il motore settimana scorsa in Austria.

E' felice e non sta nella pelle Vettel dopo la vittoria. A rispondergli per le rime, ricordandogli il suo passato in Ferrari, ha pensato il team principal della Rossa, Maurizio Arrivabene. Bottas, al comando, non aveva nulla da perdere, Vettel non poteva permettersi di sbagliare e rischiare di buttare via i punti di un podio comunque sicuro. Poi aggiunge: "Senza l'errore e la penalità la gara sarebbe andata ancora meglio, ho fatto tutto il possibile, ci possono pure essere visioni diverse per quel che ho fatto, ma è andata così". Molto frizzante, dopo la safety car. Non era facile passare Bottas e credo di averlo sorpreso. Adesso Vettel ha 8 punti di vantaggio su Hamilton. Alle spalle di Hamilton, staccato di pochi millesimi, Kimi Raikkonen con l'altra Ferrari che nelle qualifiche è riuscito a precedere la seconda Freccia d'Argento di Valtteri Bottas. Sebastian ha guidato come un leone. Per Kimi penalità di 10 secondi. Lewis ha dominato a Silverstone negli ultimi quattro anni, tutte le gare disputate nell'era delle power unit ibride. Qualcuno dice: "Siamo in Inghilterra".

"Grazie ragazzi, qui a casa loro.".

HAMILTON: "DURA BATTERE LE FERRARI" - "Ho dato tutto, è stata davvero dura oggi battere le Ferrari". Per la rivincita le Mercedes dovranno aspettare un altro appuntamento 'casalingo', il 22 luglio a Hockenheim per il Gp di Germania.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE