Savona: "Uscita da euro? Teniamoci pronti"

Paterniano Del Favero
Luglio 13, 2018

Secondo il vicepremier, nessuno sta affatto pensando ad un 'piano B' per uscire dall'euro. Così il ministro per gli Affari europei, Paolo Savona in commissione al Senato.

Interrogato sull'impennata dello spread nel periodo in cui si parlava di un suo ruolo come ministro dell'Economia, Savona spiega: "Alcuni hanno dato addirittura la colpa a me...sarei felice di governare lo spread, lo farei in senso opposto ma non coinvolgetemi in queste banalità sono banalità irrilevanti, io non rappresento nessuno".

Paolo Savona non arretra. Il governo - ha aggiunto ancora - non vuole uscire dall'euro. Intervenuto alla trasmissione Omnibus su La7. Lo ha annunciato ieri il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio. Per Scenari Economici, sito diretto da Antonio Maria Rinaldi e vicino al ministro Savona, si sarebbe trattato di un discorso complesso, ma il principale quotidiano italiano avrebbe estrapolato "53 secondi del discorso complessivo nel quale il Ministro, con un breve excursus, parla della funzione dell'economista come colui che si allena nel gestire non le situazioni ordinarie, ma quelle straordinarie, non in modo teorico, ma in modo efficacie ed effettivo". "Per questo dobbiamo essere pronti a ogni evenienza".

Le autorità di governo devono essere in grado di far fronte a qualsiasi situazione perché altri possono decidere l'uscita dell'Italia dall'euro. "Noi abbiamo bisogno di crescere del 4 per cento l'anno, non dell'1 per cento, servono politiche aggressive" puntualizza. Prima volevo che la mia azione godesse della legittimazione democratica.

"Se alla BCE non vengono affidati compiti pieni sul cambio, ogni azione esterna all'Eurozona si riflette sull'euro senza che l'Unione europea abbia gli strumenti per condurre un'azione diretta di contrasto".

Savona inoltre vorrebbe esortare Mario Draghi a cambiare lo statuto della BCE affinché diventi un "pieno e autonomo esercizio di prestatore di ultima istanza", come fanno già tutte le altre banche centrali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE