Taglio ai vitalizi, ecco quanto perdono gli ex deputati pratesi

Bruno Cirelli
Luglio 12, 2018

Una battaglia profondamente sentita dal Movimento 5 Stelle sta per concludersi: "Credo proprio che oggi riusciremo ad abolire i vitalizi". "Ho sempre sostenuto la necessità di tagliare i vitalizi e per tutta la scorsa legislatura mi sono battuto per arrivare a questa misura", ha detto il componente dell'ufficio di presidenza di Liberi e uguali Luca Pastorino. Mentre il presidente della Camera Roberto Fico, che ha firmato il documento, ha difeso la costituzionalità dell'intervento nonostante le accuse di questi mesi: "Non sono preoccupato". Secondo il Ministro M5s, che ottiene così uno dei punti chiave del programma grillino pre-elettorale, l'abolizione di tutti i vitalizi "È un principio di giustizia".

Il taglio dei vitalizi degli ex parlamentari, perlomeno quelli che sono stati deputati, dovrebbe essere approvato oggi dalla Camera. "Con la Lega, dalle parole ai fatti!". "Una delibera giusta", ha detto il democratico Ettore Rosato, "perché va a far cadere un privilegio non più tollerabile, anche se lo strumento non è dei migliori, è molto debole, perché ci sarà una disparità con il Senato che molto probabilmente verrà sanzionata". Fico ha parlato anche del rischio incostituzionalità: "Non sono preoccupato di una bocciatura della Corte costituzionale". Decisivo, pare, il via libera dato dall'altro alleato di Governo Matteo Salvini ieri sera da Innsbruck, quando disse "Il taglio di privilegi e vitalizi del passato era, è e rimane una priorità mia, della Lega e del governo". "Approvare una delibera che nasce già viziata da incostituzionalità costringerà infatti la Camera dei Deputati ed i suoi organi a doversi difendere in giudizio dalla pioggia di ricorsi che sono già pronti sulle scrivanie degli avvocati. Siamo arrivati noi e in meno di 100 giorni li abbiamo tagliati". I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente. "C'è dunque poco da festeggiare", avvertono gli esponenti azzurri. Una vittoria di tutta l'Italia, perché non è solo un'ingiustizia abolita, ma anche una conquista di civiltà. 'Bye bye vitalizi' è la scritta apparsa davanti a Montecitorio, riportata su palloncini argento che sventolano tra i palloncini gialli tenuti in aria dei parlamentari M5S.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE