Inter, Martinez: "Io qui titolare. Grazie Icardi. E la 10 non pesa"

Rufina Vignone
Luglio 12, 2018

Dopo le voci, ora è anche ufficiale: Lautaro Martinez vestirà la maglia numero 10 dell'Inter. Ha reso il trasferimento più agevole. Lui ha fatto tantissimo qui, a me non resta che fare il meglio per lasciare una buona immagine. "Milito ha fatto un lavoro fenomenale ma adesso tocca a me fare altrettanto". Il che, pare ovvio, basta e avanza per capire di che tipo stiamo parlando.

"Non mi peserà, è un numero che indossavo nel Racing Quando sono arrivato qui ho chiesto se era disponibile e sono molto felice di indossarla".

A proposito di Icardi, a oggi ti vedi un titolare con lui in campo e non una sua alternativa?

Con Mauro eravamo in contatto prima del mio arrivo, lo ringrazio per tutte le attenzioni, mi ha chiamato una settimana prima del mio arrivo. "Voglio conquistarmi un posto da titolare, come facevo al Racing".

Facciamo un passo indietro. E a chi ti ispiravi da bambino? Stiamo lavorando seguendo l'allenatore con grande concentrazione e impegno.

" Mi ispiro a Falcao: mi piace molto come gioca ed i movimenti che fa in attacco". Ci sono stati dei contatti. Che impressione ti ha fatto Spalletti?

Sebbene siano passati solo tre giorni dal primo allenamento, i nuovi acquisti dell'Inter sembra si siano già integrati al meglio con il resto del gruppo. L'atmosfera rilassata ti aiutata a lavorare meglio. Il mister ha un'idea chiara in mente e sappiamo tutti che linea intraprendere per affrontare al meglio tutte le sfide che ci aspettano.

Com'è stato l'impatto con l'Inter? Non saprei, so che da quando l'Inter è arrivata a Buenos Aires ho adorato l'idea di questo progetto dall'inizio, anche l'allenatore è stato importante.

Hai detto no a tanti club importanti: perché hai scelto l'Inter? Milito mi ha spiegato tutto dell'Inter e cosa significa questo club. Tutti prima di aver chiuso con l'Inter, per cui non ho mai avuto dubbi. "Sin dall'inizio ho amato questa idea". In quale argentino della storia nerazzurra ti rivedi? Ho scelto di mettere Lautaro sulla maglia perché è meno comune rispetto al mio cognome, Martinez.

Quanto sarà pesante indossare la 10 dell'Inter? Una volta atterrati, l'Inter aveva vinto ed era fondamentale per la Champions. Giocare la Champions è il sogno della mia vita. Non mi sentivo pronto per andare in altre squadre e quando è arrivata l'Inter, non ho avuto dubbi. "El Toro" è il soprannome che mi hanno dato appena arrivato a Buenos Aires ed è rimasto quello".

"So benissimo le emozioni che ti dà un derby, le due squadre rivali da sempre danno il massimo".

" L'ambiente che si respira dall'esterno è positivo".

DERBY DI MILANO - "Conosco benissimo le emozioni che si provano".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE