Mondiali 2018, il medico della Russia: "I giocatori hanno inalato ammoniaca"

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 11, 2018

I giocatori russi inalavano ammoniaca prima di entrare in campo. Una prospettiva possibile se si pensa che i bianconeri sono, al momento, la formazione di Serie A a cui sono rimasti più calciatori in gioco nella manifestazione: Mario Mandzukic e Marco Pjaca (rientrato dal prestito allo Schalke 04) nella Croazia e Blaise Matuidi nella Francia.

In ambito sportivo, l'ammoniaca non è considerata una sostanza dopante, ma consente di raggiungere determinate prestazioni, in quanto l'inalazione conferisce maggiore reattività fisica.

"Si trattava semplicemente di ammoniaca messa su batuffoli di cotone per essere inalata".

Ci sarà davvero da divertirsi, due Nazioni si stringeranno attorno ai propri ragazzi sperando di vivere una giornata indimenticabile e trionfale: tutti vogliono vincere in ogni modo in un incontro che vale un'intera carriera e che può fare la storia.

Le dichiarazioni apparentemente esaustive da parte del medico non son bastate però a mettere a tacere le polemiche, con alcune critiche rivolte anche al sistema antidoping, ritenuto poco imparziale, soprattutto poichè si tratta del Paese che ha ospitato questa edizione dei Mondiali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE