Migranti in Italia, ecco i dati del Viminale

Bruno Cirelli
Luglio 11, 2018

"Orgoglioso della Guardia Costiera italiana che con nave Diciotti ha preso a bordo 60 migranti che stavano mettendo in pericolo di vita l'equipaggio dell'incrociatore italiano Vos Thalassa".

Secondo quanto scrive Repubblica, Salvini ha fatto sapere che non intende indicare alcun porto di approdo per l'imbarcazione Vos Thalassa, che lavora come nave rifornimento per una piattaforma petrolifera della Total nel Mediterraneo.

Nel frattempo Salvini su facebook rilancia la sua linea sulle ong, pubblicando una cartina dell'Europa in cui indica dove si trovano le navi delle organizzazioni non governative che fino alle scorse settimane hanno recuperato i naufraghi delle traversate nel mar Mediterraneo. Già a metà giugno la Vos Thalassa era stata protagonista di un salvataggio di migranti poi affidati, come oggi, alla nave militare italiana Diciotti. "Ora avanti con indagini per punire facinorosi". E' per questo che la Guardia Costiera ha deciso di mandare in zona la nave Diciotti (la stessa che aveva partecipato al convoglio che lo scorso mese ha portato i 630 dell'Aquarius a Valencia) oltre a un elicottero della Marina Militare.

A confermare la rivolta sulla Vos Thalassa è stata anche la guardia costiera libica, sentita dall'agenzia di stampa Agi.

Secondo le prime ricostruzioni alcuni migranti si sarebbero ribellati per il timore di tornare in Libia. "La Guardia costiera ha inviato anche una propria motovedetta per accompagnare il rimorchiatore verso la costa ma non c'è stato nulla da fare: le persone a bordo hanno continuato a protestare e a minacciare l'equipaggio, costringendo il rimorchiatore a dirigersi verso nord", ha confermato l'ammiraglio.

Altro tema cruciale affrontato da Salvini durante l'intervista è quello dei migranti registrati nel nostro paese e che Germania e Austria vorrebbero rispedire in Italia: "Fanno il loro interesse, ovviamente". La decisione di Matteo Salvini è arrivata nella serata del 9 luglio, quando il vice premier ha dichiarato che non darà alla Von Thalassa, nave di proprietà di una compagnia privata e battente bandiera italiana, il permesso di attraccare in uno dei porti del Belpaese. "Dunque, un ruolo di prestigio che adesso potrebbe essere perso, se davvero il governo guidato dal presidente Giuseppe Conte deciderà di chiamarsi fuori come è stato annunciato dal titolare del Viminale Matteo Salvini". La guardia costiera italiana non può sostituirsi - dice Salvini - a quella libica, soprattutto se i colleghi africani sono già entrati in azione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE