Inter, Moratti: "Suning ambiziosa, Icardi emblema. CR7? Rosicherei. Non capisco il Milan"

Rufina Vignone
Luglio 10, 2018

Non vedo somiglianza tra questa operazione e quella che facemmo noi quando portammo Ronaldo all'Inter.

Le ultime dichiarazioni in merito le ha rilasciate l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, che ha parlato a margine della conferenza di presentazione di Milano Calciocity, evento organizzato dalla Triennale di Milano e dal Comune. I giocatori arrivati parlano chiaro riguardo all'ambizione della società. Forse manca qualcosa a centrocampo, ma confido nel fatto che il gap con la Juventus venga ridotto. Icardi? E' sempre stato un leader, dimostrandolo a suon di gol e di grandi prestazioni. Che sia fondamentale per l'Inter lo dice anche l'atteggiamento che ha sempre tenuto. "È una persona intelligente, nella storia del Milan ci sono tanti personaggi che potrebbero essere contattati dalla nuova proprietà". Queste le parole dell'ex presidente dell'Inter che non nasconde di "rosicare" per il possibile eccezionale colpo di calciomercato dei bianconeri: "Ammetto che se andasse alla Juve rosicherei un po' - riporta Gazzetta.it - avrei preferito vederlo all'Inter, ma vabbè". A fargli eco anche il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Spero che arrivi perché il movimento ne guadagnerebbe in immagine e appeal. "È stato fatto un mercato da grande squadra che non può che fare sognare i tifosi". "Siamo fiduciosi, speriamo che il Cio decida in fretta". "In questo momento c'è tanta confusione, ma spero prevalga il buon senso e che il Milan trovi un proprietario solido e appassionato".

Preoccupato per la situazione del Milan? "Per tornare grande - ha detto l'ex centrocampista - c'è bisogno di pianificazione".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE