Elena Santarelli rompe il silenzio: "Mio figlio ha un tumore al cervello...."

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 10, 2018

La malattia è stata diagnosticata a suo figlio qualche mese fa e da quel momento Elena Santarelli e suo marito hanno cominciato a lottare insieme a lui e a tanti altri bambini che ne sono colpiti. Santarelli, che assieme al marito Bernardo Corradi lotta da tempo contro la malattia del figlio Giacomo, incoraggia e sostiene la ricerca per i bambini che si trovano in condizioni simili.

In un primo post ringrazia Bobo Vieri per aver dato il suo contributo per la Heal Onlus (associazione fondata da famiglie di bambini colpiti da tumori cerebrali e da medici e personale specialista): la showgirl ha più volte evidenziato l'importanza della ricerca per il profilo di metilazione dei tumori cerebrali.

L'aveva detto, lo si sapeva, c'era stata anche tutta una bagarre via social: che il piccolo Giacomo, 9 anni, figlio di Elena Santarelli e Bernardo Corradi, avesse una seria malattia era ormai chiaro, adesso però, attraverso un post di Instagram, si è capito di più.

Nel post Elena Santarelli ha reso noto il progetto di charity con la Heal Onlus, in collaborazione con l'ospedale Bambino Gesù di Roma. Vieri s'impegna invece ad organizzare dei tornei estivi e delle importanti cene di gala dove il ricavato sarà completamente devoluto a supporto del @progettoheal. La showgirl prosegue: "Chi conosce bene Bobo Vieri come la nostra famiglia, sa quanto sia grande la sua sensibilità ed il suo amore per i bambini. Faccio che sono felice di fare questa battaglia perché ho le possibilità per vincerla e non mi hanno detto 'non c'è nulla da fare', mi hanno detto che la maggior parte dei casi si cura e così voglio pensarla.e comunque anche io piango ogni tanto perché sono umana e perché non ho la palla di vetro, ma piango lontano da tutto e tutti con la musica nelle orecchie perché a volte il silenzio di alcune notti fa più rumore di una canzone!" Così la macchina benefica parte: "Io e mio marito saremo presenti il 12 agosto alla tappa finale della Bobo Summer Cup per contribuire alla riuscita di questo evento fantastico".

Ma lei va avanti, forte e con grandi speranze nella ricerca: "La definizione delle caratteristiche molecolari del tumore permette di comprenderne meglio l'aggressività, di fornire informazioni prognostiche alle famiglie, di attuare un approccio di terapia individualizzata, adattata all'aggressività del tumore, oltre allo sviluppo di farmaci più mirati".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE