Gattuso "Silva deve svegliarsi. Kalinic ha sbagliato. Bacca? Serve voglia"

Rufina Vignone
Luglio 9, 2018

Lui soffriva di pubalgia e quando è partito con la nazionale non aveva ancora risolto il problema: purtroppo ha commesso l'errore di non dirlo al suo c.t. Zaza?

Durante la prima conferenza stampa stagionale, che coincide con il raduno della squadra di Gattuso, il direttore sportivo rossonero ha parlato di mercato a 360 gradi facendo il punto anche su altri nomi, Morata e Immobile in primis. "Stamattina abbiamo visto passare Gattuso, Bonucci, Cutrone, Calhanoglu, Conti - raccontano i tifosi alle porte del centro -, solo Calhanoglu si è fermato un attimo con noi". Un ampio parcheggio con servizi è stato predisposto per l'evento. "Escludo in modo categorico che ci possa andare, la clausola vale per l'estero e lui ha sempre detto di volere rimanere". "Dobbiamo ripartire con grandissimo entusiasmo e credendo in tutto quello che facciamo, mettiamo da parti alibi e problemi". Noi siamo in una fase dove dovremmo capire in base ai parametri del Milan per quello che ci è accaduto. Dobbiamo guardare solo il campo. In questo momento so Cutrone cosa può darmi, Andrè Silva lo voglio più sveglio perchè è passato un anno ed è un buon giocatore ma non basta.

La situazione del Milan è ancora in bilico e coinvolge la Fiorentina, che per ora è ai preliminari di Europa League, in attesa della decisione del Tas. Poi sono andato in vacanza e mi sono sentito col ds e qualche volta con Fassone: "penso che ci siano questioni più importanti rispetto allo stilare obiettivi".

Sugli acquisti. "Speriamo di avere un tempo dove puoi chiudere le tue prime scelte, ho preparato una decina di alternative nei ruoli, sperando di non dare al misterl'undicesima". "La società ha stabilito un prezzo per la sua cessione". Un'occasione di rinascita per il fantasista croato che con la maglia del Milan potrà dimostrare il proprio valore mai chiaramente espresso nelle sue fin qui poco fruttuose avventure calcistiche. Ripeto, ad oggi la priorità è parlare dei nostri attaccanti. Se qualcuno dovesse uscire, allora... Non accetto discorsi da bischero. Bisogna trovare la tranquillità societaria, vivere la quotidianità con tranquillità. Di sicuro non così, non con un proprietario tecnicamente in default e con un hedge fund pronto a riscuotere le azioni del club; non con un posto in Europa conquistato sul campo e negato dai tribunali; non con un mercato fermo e comunque da realizzare a saldo zero.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE