Formula 1, tutti in piedi per Vettel! Hamilton e Raikkonen sul podio

Rufina Vignone
Luglio 9, 2018

"Qui a casa loro".

Silverstone non ha vinto Hamilton, e questa è già di per sé una notizia, considerando che il campione del mondo ha infilato sul circuito di casa 4 vittorie negli ultimi quattro anni.

Una vittoria, quella di Vettel conquistata con un sorpasso da urlo su Bottas al 47° giro: una manovra realizzata in uno spazio strettissimo che ha fatto saltare sulle sedie i tecnici della scuderia italiana e gli spettatori presenti. Terzo posto per il finlandese della rossa nonostante i 10 secondi di penalita' per il contatto con la Mercedes in una gara piena di colpi di scena e di grandi sorpassi. Continua a leggere qui. Completa la giornata trionfale della Ferrari Kimi Raikkonen che centra il podio con un sorpasso al connazionale Bottas, che si vede sfuggire così la terza posizione.

Tra gli inseguitori, l'incidente iniziale tra Raikkonen e Hamilton ha quasi conseguenze maggiori che non per i diretti protagonisti: in particolare le due Haas sono penalizzate, con Kevin Magnussen e Romain Grosjean che (peraltro appena dopo aver bisticciato tra di loro) perdono parecchio per evitare Hamilton in testacoda, precipitando 10° e 13°. Certamente se Hamilton non avesse avuto questo problema avremmo visto un'altra gara, anche se partito male il pilota della Mercedes, spinto dal suo pubblico, con l'"astronave" di cui dispone avrebbe reso a Vettel dura la vittoria, anche se contro il Vettel e la SF71H di oggi niente era scontato. I nuovi aggiornamenti che abbiamo portato qui hanno funzionato bene per tutto il weekend.

"Ho avuto un bloccaggio e ho finito per colpire Lewis Hamilton". "Kimi mi ha detto scusa e io accetto e guardo avanti", ha scritto l'inglese in una stories pubblicata sul proprio profilo Instagram. Amaro, invece, il commento di Raikkonen: "Senza la penalità sarei andato ancora meglio, ma è stato un mio errore e va bene così". In quarta posizione si è piazzato Valtteri Bottas. "Penso che i nuovi pezzi che abbiamo portato abbiano funzionato, sono molto buoni; per tutto il week end la macchina è stata competitiva, veloce in qualifica e solo un po' più lenta, in gara è stata grande". Non ero sicuro di poter chiudere la curva ma ha funzionato. Prossimo appuntamento il 22 luglio con il Gran Premio di Germania, ad Hockenheim.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE