Thailandia, partita l'operazione salvataggio dei baby calciatori bloccati nella grotta. LIVE

Bruno Cirelli
Luglio 8, 2018

(LaPresse) Continua incessante il lavoro dei soccorritori all'esterno della grotta Tham Luang, in Thailandia, dove da due settimane sono bloccati 12 ragazzini e il loro allenatore di calcio 25enne.

Un intero piano dell'ospedale Prachanukroh di Chiang Rai è stato riservato per il gruppo. La camera tre è il luogo dove, all'interno dei cunicoli, i soccorritori hanno allestito la base per assistere il gruppo di 13 giovani rimasto intrappolato nelle grotte allagate.

"Confermo che siamo pronti per l'operazione oggi", ha detto Osotthanakorn, che è a capo dell'operazione di salvataggio. "I ragazzi sono pronti a fronteggiare tutte le sfide", dice il governatore. Rimane però il fatto che piogge forti sono in arrivo: già da domani in teoria, con un crescendo di intensità che dovrebbe toccare il picco mercoledì, quando sono previsti 50 millimetri di acqua, una quantità quasi doppia rispetto a quella del giorno più piovoso registrato dall'entrata del gruppo nella caverna lo scorso 23 giugno. Ad attenderli alla fine del tunnel i genitori preoccupati a cui i ragazzi hanno inviato ieri delle lettere di conforto. Sui social media c'è chi lo rimprovera per l'escursione folle, ma i più ammirano il suo spirito di sacrificio, anche perché ha rinunciato per giorni al cibo dandolo ai ragazzi. I soccorritori hanno ora bisogno di 10-20 ore prima di poter riprendere le operazioni, ha aggiunto in una conferenza stampa. E gli accompagnatori dei ragazzi dovranno caricare su di sé bombole anche per loro. Il salvataggio dei due ragazzi è stato effettuato due ore prima di quanto previsto. Non sono state fornite spiegazioni a riguardo, si sa solo che nella zona dei soccorsi è stato affisso un foglio con scritto "vietata l'entrata" a Ben Reymenants, corredata da alcune foto del sommozzatore, che gestisce un business di immersioni a Phuket. "Se dovesse iniziare a piovere cercheremo di portarli subito fuori". Al recupero partecipano 18 sub, 13 stranieri e 5 thailandesi. "Vogliamo il minimo rischio, e il migliore dei piani possibili", ha detto in serata il governatore Narongsak Osatanakorn gelando le speranze mentre svaniva anche uno spiraglio che si era aperto in mattinata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE