UEFA, riaperto il caso Psg: riesame della Camera Arbitrale. Il comunicato

Rufina Vignone
Luglio 6, 2018

Il Paris Saint-Germain risponde all'Uefa dopo la decisione di riaprire il dossier del club transalpino legato al Fair Play Finanziario. L'accusa mossa nei confronti del club francese, che la scorsa estate ha acquistato Neymar per la cifra record di 222 milioni di euro, è quella di non essersi attenuto alle norme imposte dall'Uefa, considerando la spesa, messa a bilancio quest'anno, anche per Kylian Mbappé. La decisione sul dossier Fair Play Finanziario del club dello sceicco non verrà presa in tempi immediati, ma nemmeno si dovrà aspettare un anno intero. "Il presente annuncio non pregiudica in alcun modo l'esito del riesame, che sarà condotto dalla Camera Arbitrale dell'Organo di Controllo Finanziario dei Club". La chiusura dell'indagine avviata l'1 settembre 2017, voluta dall'ispettore capo del CFCB, è stata stoppata dal presidente della camera giudicante, che ha deciso di rinviare la sentenza per un riesame da parte della Camera Arbitrale. "Il Club dichiara di aver effettuato un numero significativo di trasferimenti negli ultimi giorni per conformarsi alla decisione del CFBC e che continuerà, come dal 1° settembre 2017, a fornire tutte le informazioni richieste dal CFCB e UEFA".

Neanche un mese Al Khelaifi festeggiava l'uscita dalla stretta morsa del FPF che gli aveva imposto, nelle stagioni 2014-2015, 2015-2016 e 2016-2017, di non superare il limite dei 30 milioni di euro di deficit. L'Adjudicatory Chamber potrebbe determinare anche il suo arrivo o meno in Ligue 1.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE