Thailandia, è di 11 ore il tragitto grotta. Si cercano altri ingressi

Bruno Cirelli
Luglio 6, 2018

I soccorritori riferiscono che i giovani e il loro allenatore sono stati finalmente individuati in un'area asciutta, una sorta di spiaggia, all'interno della grotta e sono tutti vivi: da giorni i soccorritori cercavano quella spiaggia, di cui conoscevano l'esistenza ma che non riuscivano a individuare.

Ai sommozzatori esperti occorrono circa sei ore per passare negli stretti cunicoli allagati che portano alla caverna fangosa dove si trovano i ragazzi, a circa quattro chilometri dall'imbocco della grotta. Secondo il portavoce delle operazioni di soccorso, il 38enne ha perso conoscenza sulla via del ritorno, e i tentativi di rianimazione sono falliti. Si era unito ai soccorsi nella grotta di Tham Luang come volontario, e contribuiva alla fornitura di bombole di ossigeno per i ragazzi e i soccorritori.

I soccorritori hanno posato un tubo lungo cinque chilometri che immette ossigeno nella cavità dove il gruppo è bloccato. Il corrispondente di Repubblica Raimondo Bultrini ha raccontato che sul posto le famiglie dei dispersi dalla disperazione sono passati alla gioia: "ora però i ragazzi potrebbero comunque essere in condizioni critiche e un elicottero è pronto a portarli in un ospedale a 15 minuti". L'annuncio è stato dato dal governatore della provincia, Narongsak Osatanakorn, che da 9 giorni dirige le operazioni di soccorso della giovane squadra di calcio che assieme all'allenatore si era avventurata nella grotta thailandese lo scorso 23 giugno.

Corsa contro il tempo per salvare i 12 ragazzi intrappolati da undici giorni nella grotta di Tham Luang, in Thailandia.

In alcune parti della grotta comincia a scarseggiare l'ossigeno. Un Paese intero fermo con l'ansia di ricevere la terribile e quasi scontata notizia: anche il Papa aveva pregato per loro durante l'Angelus domenica scorsa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE