Biologico, sequestrate oltre 100 tonnellate di alimenti irregolari

Paterniano Del Favero
Luglio 6, 2018

Gli alimenti definiti "bio" devono provenire da coltivazioni o allevamenti che utilizzano tecniche agronomiche e zootecniche a basso impatto ambientale, con protocolli produttivi nei quali è vietato o limitato l'impiego di diserbanti, insetticidi o concimi contenenti sostanze di sintesi chimica. Affinché la merce in questione possa essere venduta come "Biologica" è necessario che venga prodotta da aziende certificare dal Ministero dell'Agricoltura, i cui organismi di controllo appongono sui prodotti di tali aziende un bollino che certifica la natura Bio del prodotto.

TREVISO Stretta sui controlli negli ultimi mesi da parte dei militari del comando carabinieri per la tutela della salute. Il risultato dei controlli ha infatti del clamoroso: sono state sequestrate 100 tonnellate di cibo per, circa 1500 confezioni di alimenti sono risultate irregolari e non idonee alla commercializzazione a causa di un'errata etichettatura, di mancanza di tracciabilità, per avvenuta scadenza del prodotto o per ragioni igieniche legate alla conservazione. Per tre aziende del settore sono state disposte le sospensioni dell'attività. Nel maggio scorso è stata chiusa una ditta della provincia di Milano, attiva nella produzione di alimenti per la prima colazione a base di cereali provenienti da agricoltura biologica e tradizionale, a causa di una estesa infestazione di roditori presenti nei locali di produzione e magazzino, con diffusa presenza di escrementi e di foratura degli imballaggi. In totale quarantanove violazioni amministrative contestate per un ammontare complessivo di 55mila euro di sanzioni. Oltre alle false etichette sono stati trovati anche dei ratti nelle aziende. Sembra che tra gli interventi importanti dei carabinieri del Nas ci siano ben 1950 kg di materie prime, tutte scadute. Sono state contestate violazioni amministrative per 2.000 euro nonché segnalate criticità procedurali e igienico sanitarie all'Autorità sanitaria locale. Nas Aosta, maggio 2018 I Carabinieri del NAS di Aosta, a conclusione accertamenti presso un negozio di alimenti "bio", hanno sequestrato amministrativamente 130 confezioni di prodotti alimentari biologici recanti in etichetta la scadenza oltrepassata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE