Aifa, ritiro lotti di diversi farmaci con valsartan - Salute & Benessere

Barsaba Taglieri
Luglio 6, 2018

Pharm srl, il Valsartan Almus della Almus, il Valsartan e Idroclorotiazide Almus e il Valsartan Pensa della Pensa Pharma spa, il Valsartan Sandoz e il Valsartan e Idroclorotiazide della Sandoz spa, il Valsartan Zentiva e il Valsartan HCT della Zentiva spa, il Valbacomp e l'Alsartir della casa farmaceutica Crinos, il Valsartan e HCT della casa farmaceutica EG, oltre a una serie di altri farmaci generici e provenienti da altre case farmaceutiche.

L'Agenzia italiana del farmaco ha disposto il ritiro di diversi lotti di medinali a base del principio attivo valsartan. La sostanza trovata sarebbe la N-nitrosodimetilamina (Ndma), classificata come probabilmente cancerogena.

"La presenza di un'impurezza - si legge sul sito ufficiale dell'Agenzia Italiana del Farmaco - è stata riscontrata nel principio attivo valsartan prodotto dall'officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China) e attualmente - continua l'istituzione pubblica - risulta che l'impurezza sia presente solo nei prodotti fabbricati nel sito citato".

Stesso provvedimento è stato preso dalle altre agenzie europee. Per il momento non si ha però chiaro il quantitativo di sostanza e soprattutto non si hanno chiare le conseguenze per i pazienti.

Sono 748 i lotti di farmaci prodotti da 15 diverse aziende farmaceutiche contenenti il principio attivo valsartan.

Dopo aver letto l'elenco, l'Aifa consiglia ai pazienti che se il farmaco che si assume non è tra quelli indicati nella lista, si può tranquillamente continuare il trattamento.

"Non dovresti interrompere il trattamento senza aver parlato con il tuo medico - prosegue l'Aifa -, con il quale potrai concordare un trattamento alternativo (con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato)". Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio. Vi consigliamo di consultare la lista dei farmaci per la pressione coinvolti e in caso il vostro fosse presente di contattare immediatamente il vostro medico.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE