Vaccini, per l’iscrizione a scuola basterà un’autocertificazione

Barsaba Taglieri
Luglio 5, 2018

La ministra Grillo, rispondendo al Question time sulle vaccinazioni in Aula, ha detto: "Proprio in questi giorni il ministero della Salute è al lavoro, insieme al Ministero dell'Istruzione, per individuare le iniziative più idonee". Sarebbe questo, a quanto anticipa l'Ansa, il contenuto di un provvedimento amministrativo dei ministeri Salute e Istruzione che sarà presentato domani.

Non sarà necessaria la certificazione di avvenuta vaccinazione da parte della Asl per poter entrare in classe il prossimo settembre, ma, più in generale, "qualsivoglia documentazione che possa essere considerata idonea a comprovare l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie ovvero la richiesta di vaccinazione all'Azienda Sanitaria". Non sarà, ha spiegato Grillo, "una misura temporanea, per così dire 'a tampone', ma un insieme di accorgimenti che rendano, progressivamente, sempre più pacifico e meno conflittuale il rapporto tra cittadino e istituzioni sanitarie e scolastiche".

"Obiettivo governo è di alleggerire oneri in capo alle famiglie, senza compromettere la frequenza per tutti i minori di asili nido e obbligo". Il ministro ha anche annunciato una nuova campagna d'informazione "sul valore dei vaccini come fondamentale misura di prevenzione primaria".

Sulle modifiche alla legge Lorenzin "questo Governo - ha aggiunto - nella ferma e sincera convinzione della centralità del ruolo del Parlamento nell'ambito delle istituzioni del nostro Paese, ascolterà ogni seria e condivisa proposta di modifica della normativa vigente nell'ottica di un migliore bilanciamento tra il diritto all'inclusione, il diritto all'istruzione, e il diritto alla tutela della salute, individuale e collettiva". Sono esonerati anche i bambini che hanno specifiche condizioni cliniche per cui il vaccino non può essere somministrato, come nel caso di gravi reazioni allergiche. La titolare della Sanità, un medico, ha ceduto alle pressioni propagandistiche di Salvini.

E la ministra ammette che i risultati positivi ci sono stati e le coperture vaccinali sono migliorate. E numerose critiche alla Grillo arrivano pure da cittadini no-vax che, su Facebook, chiedono al ministro di procedere direttamente all'abrogazione del decreto sull'obbligo vaccinale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE