Vaccini: sull'obbligo per la scuola si lavora alla proroga

Barsaba Taglieri
Luglio 4, 2018

Nel nostro Paese, sul fronte dei vaccini, dopo l'estesa epidemia di morbillo, che nel 2017 ha causato quasi 5.000 casi, di cui oltre 300 tra operatori sanitari, con 4 decessi, c'è stato un cambio di passo, che ha coinciso con l'approvazione del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2017, n. 119, che ha aumentato il numero delle vaccinazioni obbligatorie da 4 a 10, estendendo l'obbligo a vaccinazioni raccomandate già presenti in calendario dal 1999.

Secondo alcune indiscrezioni, il limite del 10 luglio potrebbe essere superato con una circolare.

Questa permetterebbe a tutti gli alunni di entrare a settembre in aula. E questo, anche se non in regola con le 10 immunizzazioni obbligatorie. Il ministro della Salute, da parte sua ha ribadito che i vaccini "sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria" e che "in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione".

A quanto si apprende, inoltre, dovrebbero essere superate le sanzioni previste per gli inadempienti. In parallelo, si prepara il percorso per varare una nuova legge, .

Secondo quanto si è appreso, così come anche indicato dal ministro della Salute Giulia Grillo anche nei giorni scorsi, la scelta di intervenire sull'obbligo sarebbe riservata ad una iniziativa politico-legislativa.

Resta ora da capire se la proroga ci sarà o meno e soprattutto come verrà recepita dai cittadini.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE