Nissan, partnership con Italdesign per la GT-R50

Geronimo Vena
Luglio 1, 2018

Quante volte ci siamo chiesti: e se creassimo un modello GT-R senza limiti e potessimo costruirla davvero?

Una convergenza da celebrare con un veicolo che evolve profondamente il linguaggio stilistico della GT-R attualmente in produzione, con una carrozzeria che guarda al futuro: più precisamente, Italdesign ha sviluppato, progettato e realizzato la vettura.

50 anni sono sempre un bel traguardo per tutti, figuriamoci per un'automobile che ha praticamente fatto conoscere Nissan al mondo intero, almeno quando si parla di auto di un certo livello. "Nonostante questa non rappresenti la futura generazione delle GT-R, è la celebrazione di due anniversari in un modo creativo e provocatorio - combinando una delle migliori piattaforme ingegneristiche di Nissan, design giapponese con la capacità di costruzione italiana", ha poi aggiunto Albaisa. A partire dal frontale, Nissan GT-R50 by Italdesign presenta un caratteristico elemento interno dorato che si estende per quasi l'intera larghezza del veicolo. Contestualmente, anche uno dei grandi nomi del design italiano ha raggiunto il mezzo secolo: è Italdesign, lo studio di progettazione creato da Giorgetto Giugiaro nel febbraio del 1968 e, dal 2010, in quota Gruppo Volkswagen con una prima acquisizione del 90,1% del capitale (il restante 9,9% venne, successivamente, acquisito da VW nell'estate del 2015).

All'interno, Nissan GT-R50 by Italdesign riflette il suo stile moderno ad alte prestazioni.

Il look della nuova Nissan GT-R50 by Italdesign è impreziosito dalla presenza di sottili fari a LED, dalla nervatura sul cofano, dalla linea del tetto ribassata e dalle bocchette "samurai blade" (distintive del modello GT-R) messe maggiormente in evidenza da un intarsio dorato. Le ruote personalizzate, 21×10 le anteriori e 21×10,5 le posteriori, accentuano lo spirito audace della vettura.

La parte posteriore mette in luce l'ampia carreggiata dell'auto con parafanghi possenti e vigorosi attorno alle ruote. Gli esterni sono rifiniti con vernice Liquid Kinetic Gray, con rifiniture di colore Energetic Sigma Gold proprio per l'anniversario. Gli accenti dorati nel quadro degli strumenti, nelle porte e nel cambio ispirato alle auto da corsa richiamano, invece, il trattamento esterno.

Sotto al cofano anteriore c'è una versione estremizzata del tradizionale motore V6 da 3,8 litri di cilindrata, assemblato a mano dai Takumi: in questa edizione eroga una potenza massima stimata in 720 CV, contro i 570 della GT-R "normale" e i 600 della Nismo.

Non poteva mancare l'ampio alettone regolabile, posto su due montanti verticali, mentre i cerchi in lega prevedono un diametro da 21 pollici, con pneumatici Michelin Pilot Super Sport di dimensioni 255/35 R21 sull'avantreno e 285/30 R21 sul retrotreno. La trasmissione transaxle posteriore sequenziale a sei rapporti con doppia frizione rinforzata, differenziali e alberi di trasmissione più forti scaricano a terra tutta la potenza del motore.

È stata sviluppata una sospensione rivisitata con sistema di smorzamento continuo regolabile BILSTEIN DampTronic. L'impianto frenante di marca Brembo ha freni anteriori a sei pistoni e posteriori a quattro pistoni, con pastiglie rosso acceso chiaramente visibili.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE