Hamilton imprendibile nelle libere in Austria, Vettel è 3°

Rufina Vignone
Giugno 30, 2018

Al suo fianco il compagno Valtteri Bottas, che ha completato un uno-due Mercedes.

La squadra campione del Mondo ha portato in Austria una quantità di evoluzioni aerodinamiche che hanno cambiato l'aspetto della W09, e vedere davanti a tutti proprio le due monoposto soggette al corposo lifting, può sembrare un bel campanello d'allarme per gli avversari. A Hamilton è bastato davvero poco per portarsi a casa il miglior crono anche in FP2, abbassando di due decimi e mezzo quello della FP1, utilizzando per altro la mescola più dura tra quelle a disposizione.

"Sebastian Vettel è terzo pur avendo girato con gli pneumatici più morbidi, staccato di oltre due decimi (che su un circuito da 64" è un ritardo abbastanza significativo). Piccole, piccolissime crepe, ma è qui che la Ferrari proverà ad infilarsi per provare il colpaccio. Anche la temperatura dell'asfalto, intorno ai 27 gradi, ha influito sul rendimento delle gomme ultrasoft. Chi si adatterà meglio? I cordoli qui sono sempre un problema, ma spero che per noi le cose vadano lisce, sia sabato, sia in gara. Il problema per la Ferrari non sembra essere il passo gara, quanto la possibilità di riuscire a piazzarsi in prima fila. A lasciare aperte le speranze della Ferrari, il fatto che il pilota tedesco non sia mai riuscito a percorrere un giro perfetto e quindi a sfruttare l'intero potenziale della SF71H. Una prima sessione che è servita per cercare di capire i primi valori in campo; le scuderie hanno preferito non forzare prendendo confidenza con le curve del Red Bull Ring, saranno le secondo libere a dare qualche indicazione in più su chi, tra i top driver, conquisterà la pole position.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE