Figli obesi? Colpa delle madri, uno studio dell'università fa luce sulla questione

Barsaba Taglieri
Giugno 30, 2018

Uno studio da Padova sottolinea come fin troppo spesso la percezione dei genitori sia sbagliata verso ragazzi sovrappeso considerati in forma.

Non è per nulla uno scherzo. Una famosa canzone di Pino Daniele cita un proverbio napoletano: "ogni scarrafone è bello a mamma sua". La saggezza popolare sembra aver anticipato lo studio condotto dal prof. La ricerca ha fatto anche chiarezza su quali sono gli altri fattori, oltre a queli già noti, che contribuiscono all'obesità infantile e a questa distorta percezione da parte delle madri.

Lo studio ha preso in considerazione 2710 bambini di età compresa tra i tre e gli undici anni appartenenti a dieci nazioni in tutto il mondo: Italia, Francia, Inghilterra Germania, Argentina, Brasile, Cile, Messico, Georgia e India.

La proporzione maggiore di bambini sovrappeso/obesi è stata identificata in India (49% (377)) e America Latina (16% (124) in Brasile, 7% (54) in Cile, 6% (45) in Argentina, 6% (47) in Messico).

I dati italiani erano in linea con quelli delle altre nazioni europee. Sono loro il primo problema dei loro bambini, il loro amore irrazionale, cieco.

I bambini sono stati sottoposti ad una valutazione antropometrica mentre alle madri è stato chiesto di indicare la figura che meglio rappresentava la forma fisica del proprio figlio tra 14 figure (7 maschili e 7 femminili) disegnate in modo tale da rappresentare altrettanti bambini con differenti forme fisiche (dall'estrema magrezza fino all'obesità).

"La proporzione di bambini sovrappeso/obesi non correttamente percepiti come tali dalle proprie madri risulta essere molto elevata (la quasi totalità dei bambini sovrappeso (89%) - spiega il prof Gregori - e metà dei bambini obesi (52%) non sono stati percepiti come tali dalle proprie madri)".

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista internazionale Obesity.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE