Calciomercato, Milinkovic: "Juve grande squadra. Parlerò con la Lazio"

Rufina Vignone
Giugno 30, 2018

E Marco Pjaca? Oggetto di interessante contropartita tecnica, promesso a destra e a manca tra Lazio e Fiorentina, sembra essere proprio quest'ultima la possibile destinazione del croato: e chissà se la mossa dell'ex Schalke 04 servirà per prenotarsi un tale Federico Chiesa per la prossima annata. Tornerà alla base, alla Lazio s'intende, per intraprendere un discorso anche con il vulcanico presidente biancoceleste Claudio Lotito, che ha alzato di parecchio il tiro. Aspetto di incontrarli e parlare con loro, così verranno prese le decisioni. Non mi pesa il fatto di essere valutato 150 milioni, anzi è una cosa che mi motiva. "Se sostituirà me? Mica ho detto che vado via dalla Lazio". Restare è un'idea che mi piace, ma potrei anche andare via. Ogni giorno vedo spuntare una squadra diversa che mi vorrebbe, è uno stimolo. Lo dicono gli Scudetti vinti, le Coppe Italia. Ma non ci sono i mezzi materiali e finanziari e mai ci saranno probabilmente.

Sul fronte bianconero, nel frattempo, è in corso una campagna di cessioni che potrebbe fruttare un discreto budget per poi sferrare l'assalto decisivo, dato che i 70-80 milioni proposti non sono risultati sufficienti per condurre in porto l'affare. Dipende dalla società. Meglio Italia o estero? Tra un po' scioglierò anche questo nodo. "Se da Torino mi ha cercato qualcuno? No". Intenzione sacrosanta, dal momento in cui la Lazio non ha affatto necessità estrema di vendere e, nel caso dovesse farlo, potrebbe contare sulla scadenza del contratto del serbo, datata 2022, per far lievitare, come se già non bastasse, il prezzo. Ho letto, ho letto. Gli lascio direttamente maglia e armadietto?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE