Milinkovic Savic: "So della Juventus, ma ora stacco. Poi vedremo"

Rufina Vignone
Giugno 29, 2018

Dopo aver ufficializzato i colpi Perin, Emre Can e Cancelo (con l'arrivo già definito di Caldara e Spinazzola dall'Atalanta), la trattativa per il gioiello serbo della Lazio entra nel vivo con i bianconeri pronti a giocarsi il tutto per tutto.

A giocare a favore della Juventus è stato il Mondiale non esaltante della Serbia.

Il serbo, corteggiato da mezza Europa, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport e a Tuttosport parlando di quello che potrebbe essere il suo futuro.

Il diretto interessato, alla Gazzetta dello Sport, ha cercato di fare chiarezza sul proprio futuro: "La Juve è una grande squadra, al top in Italia: lo si vede dagli scudetti e dalle coppe Italia in bacheca". Anche questo fa capire come Sergej possa spingere per andare in una società che punta sia allo Scudetto che alla Champions League, anche se dalla Spagna le sirene sono molto rumorose e sia il Real Madrid che il Barcellona sono in attesa di capire se ci potranno essere i margini per portare Milinkovic in Liga. "Non è che io seguirò mio fratello (ride, ndr), ma la famiglia per me è importante". Prima mi libero la mente, poi vedremo. Sto bene alla Lazio, ho un contratto fino al 2022. Tra le squadre maggiormente interessate all'ex Genk figura la Juventus. "Parlerò con loro. Ho parlato anche con Inzaghi 2 o 3 volte". Il mondiale per il biancoceleste è finito, parte davvero l'asta, con Lotito che non schioda dai 150 milioni di euro, ma resistere alle proposte milionarie che arriveranno da qui a breve sarà davvero complicato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE