Salvini: "Chiudere cartelle Equitalia sotto 100mila euro"

Paterniano Del Favero
Giugno 23, 2018

Anche perchè, per Salvini, solo così "gli italiani si possono liberare e tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse".

Per quanto riguarda la tassa piatta - che fonti di governo dicono essere del 15 e 20% in base al reddito -, le affermazioni fatte dal ministro dell'Economia Tria non devono essere male interpretate: "La flat tax si farà rispettando tutte le normative vigenti", ha rassicurato Salvini. A proporlo è il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che auspica una sorta di maxi condono durante le celebrazioni del 224esimo anniversario della fondazione della Guardia di finanza.

In tutto questo scenario di promesse e volontà, l'unica certezza è che il Corpo della Guardia di Finanza ha sempre rappresentato e continuerà a rappresentare un un presidio di legalità insostituibile e che è necessario tributargli i giusti onori.

Voci non ufficiali vorrebbero un ministro dell'Economia, Giovanni Tria, non proprio favorevole - anzi - alla proposta lanciata da Matteo Salvini.

Relativamente a chi gli aveva attribuito un paragone di Tria con Padoan, il leader della Lega ha negato: "Sui giornali si leggono tante di quelle cose... non posso dire cazzate che non è governativo, ma non ho mai detto che Tria è come Padoan". La pressione fiscale, ha spiegato il titolare di Via XX Settembre, è effettivamente ancora alta, pari al 42,5% del Pil, come è alta l'evasione, quantificata in 110 miliardi di euro. Di recente il Consiglio della Giustizia tributaria ha reso noto il valore delle liti pendenti al 31 dicembre 2017: 50,4 miliardi di euro per 417 mila procedimenti pendenti.

Le stime della Lega - secondo La Stampa - ipotizzano 60 miliardi di gettito in due anni (con una soglia a 200.000 euro, però). Complimentandosi con l'operato delle Fiamme Oro che hanno scovato 12.000 tra evasori totali e grandi evasori, che in media hanno evaso al Fisco 2 milioni di euro a testa, Salvini ha posto l'attenzione sulla differenza tra questi evasori di professione rispetto a tutti i poveri contribuenti impossibilitati a far fronte alla troppo pesante tassazione italiana. "Secondo, perché come affermò in Parlamento a fine 2016 l' allora amministratore delegato di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini (ora a capo dell' Agenzia delle Entrate) alla fine del 2016 il "magazzino" di carichi affidati alla riscossione ammontava a 817 miliardi di euro".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE