Canada: sì del Parlamento alla legalizzazione della cannabis

Bruno Cirelli
Giugno 23, 2018

Dalla metà di settembre i cittadini canadesi potranno pertanto comprare e consumare liberamente marijuana: una mossa anti-proibizionista, caldeggiata dal presidente Justin Trudeau, che mira a contrastare la criminalità organizzata e insieme a incrementare le entrate dello Stato.

Quella sulla legalizzazione dell'acquisto e del consumo della marijuana per uso ricreativo è stata una legge molto discussa in Canada. Dopo l'Uruguay, che approvò l'uso ricreativo della cannabis nel 2013, il Canada è la seconda nazione al mondo a varare un provvedimento simile a livello nazionale.

Il Parlamento canadese ha approvato la legge che legalizza l'uso della cannabis per scopo ricreativo. Il primo tra i 'grandì del G7. "Sono orgoglioso del Canada oggi. Questa è una politica sociale progressista", ha detto Dean. La cannabis sarà regolata rigorosamente, con l'obiettivo di tenerla lontana dalle mani dei giovani e di eliminare il fiorente mercato nero della canapa indiana controllata dal crimine organizzato. "L'approccio del governo è stato, sì, volto alla legalizzazione, ma anche a un controllo rigoroso - ha dichiarato il senatore Peter Harder, rappresentante del governo al Senato - ciò non suggerisce in alcun modo che ora è tempo di fare festa". Il Senato ha approvato nella notte italiana il testo della 'legge sulla cannabis' con 52 voti a favore e 29 contrari, un giorno dopo il via libera definitivo alla Camera con 205 voti a favore e 82 contrari. Parallelamente, però, il governo ha previsto di investire oltre 260 milioni di dollari in operazioni di prevenzione dei rischi associati al consumo di cannabis.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE