Salvini: "Lifeline fuorilegge, Malta apra porti"

Bruno Cirelli
Giugno 22, 2018

Questo mi ha obbligato a far partire immediatamente un'inchiesta per verificare la corrispondenza tra la bandiera che sventola e l'effettiva nazionalità. Non abbiamo nulla contro le Ong ma siamo e continuiamo ad essere per il rispetto della legalità.

Il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli su Facebook aveva spiegato: "La Lifeline non si può muovere, ha una capienza di 50 persone ed ha 224 migranti a bordo che non vuole dare alla Libia". Operazione di sua stretta competenza, trattandosi di eventi accaduti in mare libico. E stamattina è tornato all'attacco parlando di "una grave violazione da parte di una Ong in acque libiche".

Il Viminale precisa che l'Italia sta lavorando per salvare tutte le vite umane a bordo della Lifeline e ritiene che debbano sbarcare in Libia o a Malta e sta trattando con questi due Paesi per ottenere questa soluzione. Ma Malta nega che gli siano arrivate richieste ufficiali dall'Italia: "Malgrado la retorica di Salvini, né la Lifeline né il coordinamento di Roma hanno trasmesso a Malta una richiesta formale di accogliere la nave", riferiscono fonti del governo maltese a Malta Today commentando la richiesta del ministro dell'Interno (LO SPECIALE MIGRANTI). Rispondendo alle accuse del governo italiano che ieri ha sostenuto di aver ricevuto dall'Olanda conferma che la nave batte illegalmente bandiera olandese, la Lifeline ha pubblicato su Twitter copia dei documenti che proverebbero la regolare iscrizione al registro navale olandese che risulta anche all'Imo, l'autorità marittima internazionale. "Basta". "Ci sono Ong che scorrazzano per il Mediterraneo in cerca di migranti", aveva avvertito ieri sera.

Salvini, nave ong vada in Olanda - "Avete fatto un atto di forza non ascoltando la GUardia costiera italiana e libica?" "La presenza delle navi delle ong a meno di 30 miglia dalle coste libiche - ha sottolineato il ministro - sta incoraggiando le partenze dei barconi della morte e, non avendo caratteristiche tecniche per supportare salvataggi di massa, queste navi stanno mettendo a rischio la vita dei richiedenti asilo e degli stessi equipaggi". Ci sono altri che devono intervenire, la Tunisia, Malta, Francia, Spagna. Il premier Conte e il ministro degli Interni Salvini si arrabbiano, picchiano i pugni sul tavolo e minacciano di disertare il vertice europeo di Bruxelles. Anche se si affretta a specificare che "questo è nella bozza della dichiarazione di domenica, ma è solo una bozza per la discussione".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE