La Red Bull passa alla power unit Honda nel 2019

Rufina Vignone
Giugno 22, 2018

La casa giapponese diventerà infatti partner ufficiale a partire dal prossimo campionato, mettendo a disposizione la propria power unit.

La Honda era in grande ripresa sia affidabilistica che prestazionale e evidentemente in Red Bull credono in loro e hanno valutato positivamente il lavoro fatto con il team di Faenza. inoltre in questo modo si potrà dar vita ad una sinergia e scambio di parti tra i due team controllati dai "bibitari" come si era paventato già per il 2018 ma che sfumò a causa della differenziazione del fornitore di motori e come appunto ci avevano anticipato i tecnici Toro Rosso. Non resta che attendere i riscontri in pista. L'annuncio ufficiale è stato dato dalla stessa scuderia anglo-austriaca con un comunicato sul proprio sito. Red Bull, infatti, col futuro rapporto con Honda spera di avere un motore all'altezza della monoposto. Il nome della squadra non cambierà e rimarrà Aston Martin Red Bull Racing. "Dopo un'attenta considerazione e valutazione siamo certi che questa partnership con Honda è la giusta direzione per il team - dichiara Horner -". La collaborazione di Honda con entrambi i team Read Bull di Formula 1 rappresenta un enorme potenziale. La Red Bull ha quindi deciso di seguire la strada già intrapresa dalla Toro Rosso, motorizzata Honda in questo Mondiale dopo il divorzio da Renault al termine della scorsa stagione. È stata una partnership ricca di successi con 57 vittorie nei GP e otto titoli mondiali, quattro piloti e quattro costruttori. D'altra parte, vorremo ringraziare la Renault per la cooperazione degli ultimi 12 anni, durante i quali ha sempre lavorato instancabilmente e al massimo delle sue capacità per fornirci una power unit competitiva.

Una scelta, questa, che il team principal del team "bibitaro" Chris Horner ha commentato come fondamentale per il team per tornare a competere per obiettivi più importanti della vittoria della singole gare, ovvero la vittoria dei Campionati del mondo. Chi ne gioverà? Sia Renault che Red Bull, ovviamente dai rispettivi punti di vista.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE