Capello: "Dybala lontano da Messi e Ronaldo. Deve migliorare…"

Rufina Vignone
Giugno 20, 2018

"Neymar è alla prima uscita ufficiale importante dopo un infortunio ed era logico non vederlo al 100% -prosegue il mister ai microfoni di 'Radio anch'io Sport' su Rai Radio1-, Ronaldo è in forma strepitosa e Messi è difficile giudicarlo male, le occasioni le ha avute ma le ha sbagliate". Lo scontro diretto a distanza tra le due stelle più luminose dei Mondiali 2018 si è risolto con un verdetto chiaro, unanime, limpido e che non ammette appelli. Il fenomeno del Real Madrid ha letteralmente trascinato il suo Portogallo verso il pareggio contro la Spagna nel big match dell'intera fase a gironi della rassegna iridata, ha siglato una pregevole tripletta, ha sciorinato tutto il suo repertorio e si è confermato un vero e proprio leader indiscutibile, un totem unico per i lusitani che a tratti ha giocato davvero da solo rendendosi imprendibile. "A centrocampo e in attacco ci sono giocatori di qualità e velocità, penso sia una buona squadra con possibilità di andare avanti ma dipende anche dalla condizione fisica con cui si presenteranno perché solitamente arrivano molto stanchi". Dybala? È ancora distante da Messi e Cristiano Ronaldo.

Ronaldo voleva fare qualcosa di più perché ha segnato poco nel Mondiale, non aveva segnato dopo la finale di Champions. Sappiamo come è fatto Perez, hanno sbagliato ad esonerarlo per le colpe del club. E Pelé resta di un altro pianeta - sottolinea Capello - Il Brasile, comunque, è entrato in campo molto tranquillo, sottovalutando l'avversario. Penso che Donnarumma sarà preoccupato e che potrebbe essere messo sul mercato. "L'Inghilterra perché in Russia c'erano problemi di comunicazione". Acquistare Reina vuol dire mettergli pressione e questo vorrebbe dire perdere serenità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE