Maturità 2018, domani c’è la prima prova: le cose utili da sapere

Bruno Cirelli
Giugno 19, 2018

Anche se non vanno dimenticati Quasimodo e Leopardi.

Mercoledì 20 giugno inizia la maturità 2018 con la prova di italiano. Nei momenti di affaticamento, per avere prestazioni cognitive performanti bastano uno o due bicchieri di acqua, sufficienti a riportare il cervello alla normalità.Quando si beve non solo ci si disseta, ma si assumono elementi importanti come calcio, magnesio, ferro, zolfo, essenziali per il benessere psico-fisico.

Secondo Studenti.it (che ha dedicato una pagina anche a quelle che si ritengono le tracce meno probabili), tra gli anniversari storici che potrebbero finire al centro della prima prova ci sono i 100 anni dalla Rivoluzione russa, gli 80 anni dalla promulgazioni delle leggi razziali da parte del regime fascista, il 70° anniversario della Costituzione Repubblicana, i 40 anni dal sequestro e l'uccisione di Aldo Moro e i 40 anni dall'approvazione della Legge 194, quella che legalizza e disciplina l'aborto in Italia.

Ieri mattina si sono insediate le commissioni d'esame.

Se volete conoscere la composizione delle commissioni d'esame delle diverse scuole d'Italia, le trovate sul sito del MIUR, insieme a tutte le altre informazioni ufficiali sugli esami di maturità.

In più, stavolta, abbiamo inserito anche il toto-autore per la seconda prova del liceo classico. La seconda prova è in calendario giovedì 21 giugno alle ore 8.30 mentre la terza, assegnata da ciascuna commissione d'esame, è in calendario lunedì 25 giugno, sempre a partire dalle ore 8.30.

Come si chiama la maturità?

Dalla ricerca realizzata da Skuola.net, per la Polizia di Stato, su un campione di circa 3.000 studenti del quinto anno risulta che 1 su 5 crede di poter trovare su internet le tracce delle prove d'esame e altrettanti sono convinti che la polizia controlli i telefonini degli studenti per scoprire chi stia copiando.

Un'annata di bravissimi per l'istituto Marco Casagrande di Pieve di Soligo: tutti gli studenti delle classi quinte sono stati ammessi all'esame di maturità. Allora il 99,5% degli esaminati conseguì il diploma.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE