Italiano ucciso con la moglie in Colombia

Bruno Cirelli
Giugno 18, 2018

Cinque colpi di pistola sparati da un killer. Sono stati uccisi sabato sera, 16 giugno, in Colombia l'imprenditore edile di Barbania Roberto Gaiottino, 44 anni, originario di Barbania, in Canavese, e la moglie colombiana Claudia Patricia Zabala Dominguez di 36 anni (in foto).

Claudia Patricia Zabala Dominguez e il marito Roberto Gaiottino abitavano in una villa in via Ferreri 83 a Barbania, a metà strada tra il Canavese e le valli di Lanzo. Adesso erano in sudamerica in visita ai familiari della donna. Gaiottino, a quanto pare, aveva esteso le sue attività anche nel paese di origine della moglie, in Colombia dove si recava frequentemente per trovare i parenti della consorte. Cinque i colpi esplosi di cui due in testa come colpo di grazia. Un amico colombiano di Gaiottino è rimasto miracolosamente illeso. La polizia federale ha avviato immediatamente le indagini partendo dai telefoni cellulari della coppia, che, in questo periodo, alloggiava in un albergo non distante dal locale. Poi l'assassino è scappato con un complice che lo attendeva in auto. Stando alle prime informazioni che arrivano dalla Colombia i due non sarebbero stati uccisi in seguito a una rapina ma si sarebbe trattato di un vero e proprio agguato ai danni della coppia. Le salme saranno rimpatriate per i funerali a Barbania.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE