Frosinone-Palermo, è bufera. Stirpe attacca Zamparini

Rufina Vignone
Giugno 18, 2018

Non accennano a placarsi le polemiche susseguenti a Frosinone-Palermo, gara di ritorno della finale playoff che ha visto i ciociari prevalere con il punteggio di 2-0 e spiccare il volo per la serie A. Imbelvito Maurizio Zamparini, patron dei rosanero, intercettato da mediagol.it: "Il cattivo spettacolo che ha dato il calcio italiano ieri sera con l'atteggiamento del Frosinone è il culmine dell'antisportività". È stato un altro dispiacere, l'aspetto fiscale non è il suo settore ed è stata una caduta di stile. A Zamparini ("È stato un incontro illegale, abbiamo incaricato i nostri legali per fare ricorso") ha risposto Stirpe.

Il 2-0 contro il Palermo riporta in Serie A il Frosinone dopo la retrocessione di due anni fa.

Il giorno dopo è quello dell'amarezza e del ricorso per il Palermo. Ma il danno ormai è stato fatto e la prima versione inizia a circolare accendendo ancora di più gli animi dei tifosi del Palermo e, c'è da scommetterlo, anche di qualcuno fra i dirigenti della società di viale del Fante. E sull'ultimo pallone rubato da Kone, palla da Dionisi per Ciano che si infila centralmente e batte Pomini.

Il dirigente rosanero ha anche preso di mira le parole sul bilancio degli isolani da parte di Moreno Longo (mister dei neopromossi).

Tra i protagonisti della cavalcata verso il ritorno in serie A c'è Francesco Bardi, portiere dell'Inter che, per il secondo anno consecutivo, ha giocato in prestito nel club laziale. Sul risultato di 1-0 l'arbitro ha concesso e poi negato un calcio di rigore.

Che il Palermo preannunci pure, riserve e reclami avverso l'omologazione della partita, state pur sicuri che il Frosinone ed il suo Presidente risponderanno nelle competenti sedi della giustizia sportiva, forti della verità dei fatti e di avere disputato una competizione, i play-off, impegnativa, agonisticamente molto accesa, ma sempre nel rispetto delle regole, degli avversari e degli arbitri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE