Bankitalia:debito aprile sale a 2311 mld

Paterniano Del Favero
Giugno 18, 2018

Ad aprile il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 9,3 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.311,7 miliardi.

Numeri impietosi che Bankitalia pubblica a poche ore dall'annuncio di Mario Draghi di voler metter fine al Quantative easing.

Rispetto all'aumento complessivo del debito di 9,3 miliardi di euro, la quasi totalità di questo dato si deve alle amministrazioni pubbliche centrali che hanno inciso per 9,1 miliardi, mentre quelle locali hanno contribuito con appena 200 milioni di euro. Ad aprile, in particolare, le entrate sono state di 30 miliardi, in crescita di 1,1 miliardi nel confronto con lo stesso mese dell'anno scorso. Bankitalia ha spiegato anche che l'aumento è riconducibile principalmente all'incremento delle disponibilità liquide del Tesoro: 7,3 miliardi, a 52,1; erano 58,5 ad aprile 2017.

"Considerato che in Italia, secondo gli ultimi dati Istat, ci sono 25.386.000 famiglie, è come se ogni famiglia avesse 91 mila euro di debito, 91.062 euro per la precisione" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

Dal prossimo anno in poi, dunque, potrebbe aprirsi un nuovo scenario di difficoltà per l'Italia che, senza l'ombrello della Bce, dovrà sostenere un maggior carico finanziario per ripagare il debito pubblico.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE