Playoff, il Palermo mette il primo mattone per la A

Rufina Vignone
Giugno 14, 2018

Il centrocampista bosniaco, intervistato ai microfoni del sito ufficiale dei rosanero, ha commentato la sfida d'andata della finale dei playoff, vinta contro il Frosinone: "Le cose più importanti sono state la prestazione e la vittoria". La gara si mette immediatamente male per i rosanero, Ciano azzecca il tiro del "mercoledì" e fa secco Pomini con un gran tiro dal limite, un gran gol che porta avanti il Frosinone. Al 22' altro rigore richiesto dai siciliani per una trattenuta sempre su Nestorovski, ma il Frosinone non esce più, ed al 30' un colpo di testa di Dawidowicz manda la sfera a lato di pochissimo. Vane le proteste rosanero.

Il pareggio arriva al 46' con il solito La Gumina. Nella ripresa il Palermo prosegue incessante l'ottimo lavoro a centrocampo e gioca spesso nella metà campo avversaria. Buona occasione per La Gumina al quarto d'ora, ma il tiro finisce di poco alto. Al 33' Coronado ne salta due, la mette al centro ma né Nestorovski né Aleesami riescono a buttarla dentro. Ci pensa Terranova al 36' con un autogol, nel tentativo di anticipare Dawidowicz, a regalare il vantaggio al Palermo. Finisce 2-1, il Frosinone resta col cerino in mano e sabato sera, nella gara di ritorno al "Benito Stirpe", sarà costretto a vincere (con qualsiasi risultato per effetto del miglior piazzamento nella regular season) per non buttare via il secondo campionato consecutivo chiuso al terzo posto e, per giunta, a pari merito con la seconda classificata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE