Ancona, sieropositivo da 11 anni ma aveva rapporti non protetti: arrestato

Barsaba Taglieri
Giugno 14, 2018

Per questo un uomo è stato arrestato ad Ancona.

Nel caso di Claudio Pinti si parla di circa duecento rapporti non protetti, quindi la Polizia di Stato, diffondendo la sua foto, spera di risalire alle potenziali vittime dell'untore. Gli esiti clinici effettuati presso il reparto malattie infettive dell'ospedale di Torrette di Ancona, purtroppo, non lasciavano scampo: era essere stata contagiata nel recente periodo trascorso dal virus dell'Hiv.

L'arresto è stato eseguito dagli agenti della squadra mobile.

"Per esigenze investigative e per il rilevante interesse pubblico che potrebbe riguardare eventuali altre vittime di reato, la Squadra Mobile di Ancona sta cercando di contattare coloro che abbiano eventualmente avuto incontri sessuali con il Claudio Pinti, di cui si divulga la fotografia". La delicatissima indagine è stata condotta dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Servizio centrale operativo, coordinata dalla Procura di Ancona. Successivamente sono state eseguite le perquisizioni domiciliari delegate dalla Procura della Repubblica volte alla ricerca di ulteriori elementi di prova utili al proseguimento delle indagini. A sorprendere gli investigatori durante le fasi dell'arresto l'atteggiamento dell'uomo, che si rifiutava di considerarsi malato affermando di ritenersi un negazionista dell'esistenza di tale malattia. Così hanno posto sotto sequestro computer, tablet, telefonini e supporti informatici, dal momento che l'uomo utilizzava soprattutto "chat" per avere nuove frequentazioni.

Pinti, autotrasportatore di 36 anni, è stato arrestato martedì 12 giugno dalla polizia di Ancona con l'accusa di lesioni gravissime per aver contagiato consapevolmente con il virus Hiv diverse partner occasionali oltre alla sua compagna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE